F1 Gp Usa Hamilton Campione

Formula 1 Lewis Hamilton su Mercedes-AMG trionfa in Texas e si laurea Campione del Mondo Piloti 2015. Per il secondo posto ora è lotta aperta fra Vettel e Rosberg. CLASSIFICHE F1

Social

26 ottobre, 2015

► CLASSIFICA MONDIALE  F1 2015  ► CALENDARIO F1 2015  ► FORUM

F1 2015 Lewis Hamilton su Mercedes-AMG è Campione del Mondo 2015. L’inglese trionfa nel Gp degli USA, davanti a Rosberg (2°) e Vettel (3°) e conquista la terza corona iridata della carriera, la seconda consecutiva eguagliando i titoli di un certo Ayrton Senna. Hamilton, grazie alla decima vittoria stagionale, fa colpo al primo match-ball a disposizione e si laurea Campione con ben tre gare d’anticipo. La Mercedes-AMG dopo il titolo Costruttori festeggia anche quello Piloti: un dominio totale nei primi due anni dell’era dell’ibrido. Rispetto alla scorsa stagione però la Mercedes-AMG ha dovuto fare i conti con una Ferrari nettamente più competitiva che con Sebastian Vettel lotta con Nico Rosberg per il secondo posto. Proprio il tedesco della Mercedes, a dieci giri dalla fine in Texas, con un errore quando era al comando ha di fatto consegnato la vittoria iridata a Hamilton.

GP USA Austin 2015  La gara ordine d’arrivo

1. Lewis Hamilton (Mercedes F1 W06 Hybrid) 1:50:52.703
2. Nico Rosberg (Mercedes F1 W06 Hybrid) +2.850
3. Sebastian Vettel (Ferrari SF15-T) +3.381
4. Max Verstappen (Toro Rosso STR10) +22.359
5. Sergio Pérez (Force India VJM08) +24.413
6. Jenson Button (McLaren MP4-30) +28.058
7. Carlos Sainz Jr. (Toro Rosso STR10) +30.619*
8. Pastor Maldonado (Lotus E23 Hybrid) +32.273
9. Luiz Felipe Nasr (Sauber C34) +40.257
10. Daniel Ricciardo (Red Bull RB11) +53.371
11. Fernando Alonso (McLaren MP4-30) +54.816
12. Alexander Rossi (Marussia MR03B) +1:25.277

Ritirati

Daniil Kvyat (Red Bull RB11)
Nico Hülkenberg (Force India VJM08)
Kimi Räikkönen (Ferrari SF15-T)
Marcus Ericsson (Sauber C34)
Felipe Massa (Williams FW37)
Romain Grosjean (Lotus E23 Hybrid)
Valtteri Bottas (Williams FW37)
Will Stevens (Marussia MR03B)

*Sainz penalità di 5 secondi per eccesso di velocità in pit-lane
lewis-hamilton-gp-usa

GP USA 2015 CRONACA GARA – Il weekend di gara è stato condizionato dal forte maltempo che ha imperversato in Texas. Un tifone infatti ha posticipato le qualifiche, che si sono disputate poche ore prima dello start ufficiale del Gran Premio. Anche lo start su pista bagnata ma con il cielo libero da nubi. Dalla pole la Mercedes di Rosberg ma alla prima curva Hamilton, che aveva avuto uno scatto migliore, ha preso la testa della corsa con il tedesco che è scivolato in quarta posizione, dietro anche alle due Reb Bull. Vettel e la Ferrari, partiti dalle retrovie, hanno guadagnato subito terreno ed in poco tempo ha guadagnato la settima piazza.

GP USA 2015 SAFETY CAR – Al 5° giro la Virtual Safety car per i detriti in pista dopo un contatto tra le due Sauber. Alla ripartenza Rosberg ha sopravanzato le due Red Bull portandosi in scia ad Hamilton. Con la pista ancora bagnata sia Ricciardo che Kvyat hanno dato filo da torcere alle due Mercedes. Appena però la pista si è asciugata, dopo i vari pit-stop, al comando c’era Rosberg davanti a Ricciardo e Hamilton. Intanto Vettel guadagnava terreno portandosi a ridosso del podio. Il tedesco rosso dunque si è prima sbarazzato di Kvyat e poi si è lanciato all’inseguimento di Hamilton. Al 28° nuova Safety-car, entrata in pista per il ritiro della Sauber di Ericsson, Vettel così è entrato ai box tentando la strategia di una sola sosta, montando le gomme medie. Al rientro della vettura di sicurezza gran duello in pista fra il tedesco in rosso e l’ex compagno Ricciardo, vinto dal ferrarista che così ha agguanto la terza posizione. Al 38° giro nuova Safety-car in pista, a causa dell’uscita di pista della Lotus di Hulkenberg, fuori uso dopo il contatto proprio con la Red Bull di Ricciardo. In questa fase ne ha beneficiato Rosberg che a gomme fresche ha avuto lo spunto giusto per sopravanzare Vettel. Al 43° giro un altro incidente che ha necessitato l’ingresso in pista dell’ennesima Safety car di giornata. Hamilton e Vettel allora ne hanno approfittato per effettuare un altro pit-stop. A 10 giri dalla fine Rosberg era saldamente al comando della gara ma un giro dopo ecco l’errore che ha spianato la strada al decimo successo stagionale di Hamilton, grazie al quale ha conquista la terza corona iridata della sua splendida e giovane carriera, come Brabham, Stewart, Lauda, Piquet e Senna.

► FORUM  ► CLASSIFICA MONDIALE  F1 2015  ► CALENDARIO F1 2015

Tutto su Formula 1

Tutto su america

Tutto su Mondiale

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV