Formula 1

F1 2015 vittoria Ferrari in Malesia [classifiche]

F1 2015 GP MALESIA  STRATEGIA PIRELLICLASSIFICHE 2015 – CALENDARIO F1 2015

La Ferrari è tornata e sul podio alto di Malesia è tornato risuonare l’Inno di Mameli insieme a quello tedesco, come succedeva nell’epopea vincente di Schumacher. Un binomio che tanti successi ha portato a Maranello e che quella malese sia l’inizio di una nuova alba Rossa. Fernando Alonso è solo un ricordo, lo spagnolo non ha creduto più alla voglia di rivalsa Ferrari, poco male perché a Maranello è arrivato un 4 volte campione del mondo, Sebastian Vettel, capace di portare la Rossa alla vittoria alla sua seconda gara con la Scuderia Italiana. Il dominio del tedesco è stato assoluto anche da permettergli di tenere dietro le temibili Mercedes e di prendersi la soddisfazione di doppiare entrambe le monoposto della Red Bull, la sua ex Scuderia con la quale ha vinto le 4 corone iridate della carriera. Il deciso passo in avanti della Ferrari, rispetto alle delusioni del 2014, è stato testimoniato anche dal quarto posto di Kimi Raikkonen ottenuto rimontando dall’ultima posizione. Il finlandese, undicesimo in griglia, alla partenza è stato tamponato dalla Sauber di Ericsson che gli ha distrutto la posteriore sinistra costringendolo ad un giro a rallentatore ed a una sosta ai box non programmata. Per le Mercedes un secondo ed un terzo posto, rispettivamente con Hamilton e Rosberg, e l’amara considerazione di aver ricevuto una sonora lezione dalla Ferrari e che di conseguenza nel 2015 sarà difficile ripetere il dominio del 2014.

Ordine d’arrivo GP Malesia Sepang 2015
1. Sebastian Vettel (Ferrari SF15-T) 1h 41:05.793
2. Lewis Hamilton (Mercedes F1 W06 Hybrid) +8.569
3. Nico Rosberg (Mercedes F1 W06 Hybrid) +12.310
4. Kimi Räikkönen (Ferrari SF15-T) +53.822
5. Valtteri Bottas (Williams FW37) +1:10.409
6. Felipe Massa (Williams FW37) +1:13.586
7. Max Verstappen (Toro Rosso STR10) +1:39.085
8. Carlos Sainz Jr. (Toro Rosso STR10) 1 giro
9. Daniil Kvyat (Red Bull RB11) 1 giro
10. Daniel Ricciardo (Red Bull RB11) 1 giro
11. Romain Grosjean (Lotus E23 Hybrid) 1 giro
12. Luiz Felipe Nasr (Sauber C34) 1 giro
13. Sergio Pérez (Force India VJM08) 1 giro
14. Nico Hülkenberg (Force India VJM08) 1 giro
15. Roberto Merhi (Marussia MR04) 3 giri

(Ritirati)
Pastor Maldonado (Lotus E23 Hybrid)
Jenson Button (McLaren MP4-30)
Fernando Alonso (McLaren MP4-30)
Marcus Ericsson (Sauber C34)
Will Stevens (Marussia MR04)

F1 GP MALESIA – Sul circuito di Sepang Vettel ha trionfato partendo dalla seconda posizione in griglia, la pole era ad appannaggio di Lewis Hamilton. Un successo davvero importante frutto del binomio perfetto fra pilota e muretto box. La squadra Ferrari ha usato una strategia perfetta che gli ha permesso di annichilire la Mercedes in pista, senza eventi imponderabili come potrebbero essere il meteo, incidenti o rotture varie. La gara malese si è decisa già al quinto giro quando è entrata la safety car in seguito al testacoda di Ericsson, il quale alla partenza aveva tamponato la Rossa di Raikkonen costringendolo ad un importante rimonta fino al quarto posto. Approfittando dell’ingresso della vettura di sicurezza molti piloti, tra cui i due in argento, ne hanno approfittano per anticipare il pit-stop ma non Vettel. Il tedesco dunque ha proseguito con la strategia delle due soste rispetto a quella di tre adottata dalla Mercedes. Una scelta che ha pagato perché il ferrarista è riuscito a gestire le gomme nel migliore dei modi, fino alla bandiera a scacchi. Di contro Hamilton non ha avuto un buon feeling con i pneumatici della sua monoposto. Il Gp della Malesia ha anche decretato la crisi della Red Bull, entrambe doppiate da Vettel, alle prese con una vettura poco competitiva e da una Power Unit Renault al di sotto delle aspettative. In leggera ripresa prestazionale la McLaren-Honda ma che alla fine ha dovuto far ritirare sia Alonso che Button per preservare la Power Unit giapponese prima che si rompesse. Per vedere se la Ferrari potrà veramente contendere il Mondiale alla Mercedes basterà attendere il prossimo Gp in calendario che sarà in Cina, sul circuito di Shangai, il 12 aprile 2015.

F1 2015 GP MALESIA  STRATEGIA PIRELLI CLASSIFICHE 2015 – CALENDARIO F1 2015

Tags

Marco Savo

Giornalista appassionato di motori e calcio... !

Articoli Simili

Close