F1 Gp Singapore L’Acuto di Rosberg

F1 2016 la Mercedes-AMG di Nico Rosberg domina il Gp di Singapore, il tedesco centra la vittoria e si riporta in testa alla Classifica Piloti. Completano il podio Ricciardo ed Hamilton.

19 settembre, 2016

F1 2016 la Mercedes-AMG di quest’anno si conferma la monoposto in assoluto la migliore del mondiale, dominando anche a Singapore su di un circuito che sulla carta la vedeva accusare qualche problema rispetto a Reb Bull e Ferrari. Il grande protagonista del weekend asiatico è stato Nico Rosberg che in un solo colpo centra la vittoria ed il sorpasso in classifica Piloti ai danni di Lewis Hamilton, terzo sul traguardo di Marina Bay. Il tedesco dunque si riprende la vetta del mondiale grazie ad un prestigiosa vittoria, nel giorno del suo 200° Gp in Formula 1, ed a sei gare dalla fine la lotta per il Titolo 2016 si fa sempre più avvincente. Niente da fare per la Red Bull e la Ferrari che speravano in un pista favorevole per sperare di riuscire a battere le frecce d’argento. La scuderia austriaca però festeggia il secondo posto di Daniel Ricciardo mentre le Rosse da Singapore ne esce delusa ma anche rinfrancata dalla grande rimonta di Sebastian Vettel dall’ultimo al quinto posto finale. La gara di Vettel infatti è stata superlativa: dopo i guai accusati in classifica, rimontare su questo circuito non era assolutamente facile ma da gran campione qual’è ha infilato sorpassi su sorpassi nelle strette curve di Marina Bay. Generoso anche Kimi Raikkonen che termina quarto e vede sfumare il podio per pochissimo. Il duello mondiale in Mercedes-AMG ora prosegue in Malesia.

F1 GP Singapore Marina Bay 2016  LA GARA ORDINE D’ARRIVO

Cla # Pilota Scuderia Giri Tempo
1 6 Nico Rosberg  Mercedes 61 1:55’48.950
2 3 Daniel Ricciardo  Red Bull 61 +0.488
3 44 Lewis Hamilton  Mercedes-AMG 61 +8.038
4 7 Kimi Raikkonen  Ferrari 61 +10.219
5 5 Sebastian Vettel  Ferrari 61 27.694
6 33 Max Verstappen  Red Bull 61 +1’11.197
7 14 Fernando Alonso  McLaren 61 +1’29.198
8 11 Sergio Perez  Force India 61 +1’51.062
9 26 Daniil Kvyat  Toro Rosso 61 +1’51.557
10 20 Kevin Magnussen  Renault 61 +1’59.952
11 21 Esteban Gutierrez  Haas 60  + 1 giro
12 19 Felipe Massa  Williams 60  + 1 giro
13 12 Felipe Nasr  Sauber 60  + 1 giro
14 55 Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso 60  + 1 giro
15 30 Jolyon Palmer  Renault 60  + 1 giro
16 94 Pascal Wehrlein  Manor 60  + 1 giro
17 9 Marcus Ericsson  Sauber 60  + 1 giro
18 31 Esteban Ocon  Manor 59  + 2 giri
 R 22 Jenson Button  McLaren 43  ritirato
 R 77 Valtteri Bottas  Williams 35  ritirato
 R 27 Nico Hulkenberg  Force India 0  incidente
 R 8 Romain Grosjean  Haas 0 non partito

2016 Singapore Grand Prix, Sundayyy2016 Singapore Grand Prix, Sunday#y

F1 2016 GP Singapore STRATEGIA PIRELLI – Il pilota della Mercedes Nico Rosberg ha vinto un Gran Premio di Singapore molto tattico, che ha confermato il record del 100% della safety car dopo un incidente al via che ha influenzato la strategia di alcuni piloti. Singapore è una gara che è stata vinta quasi sempre dalla pole e Rosberg ha confermato la regola, diventando leader del Campionato. Tre piloti hanno sfruttato la safety car per anticipare il pit stop. La Red Bull è stato l’unico team fra i top 10 a iniziare la gara sulle supersoft, mentre gli altri erano con le più veloci ultrasoft. Ma Ricciardo non è riuscito a completare un primo stint più lungo dei suoi diretti rivali, perdendo quindi il vantaggio di quella che sulla carta era la mescola più durevole. Nelle fasi finali della gara, la Mercede-AMGs ha usato la strategia per permettere a Lewis Hamilton di superare la Ferrari di Kimi Raikkonen, con l’inglese a podio grazie a un terzo stop. Anche Ricciardo ha fatto una sosta ritardata per montare le supersoft: a un certo punto guadagnava tre secondi al giro su Rosberg. Finale emozionante, ma il pilota Mercedes ha mantenuto la leadership fino alla bandiera a scacchi con due sole soste. Partito dall’ultima posizione in griglia, il pilota della Ferrari Sebastian Vettel ha rimontato fino alla quinta posizione finale, con una strategia soft-ultrasoft-ultrasoft. Un’altra strategia alternativa è stata quella adottata dalla Force India di Sergio Perez. Il messicano, partito nelle retrovie a causa di una penalità, è partito con le ultrasoft, ma è passato alle soft al primo giro durante la safety car, facendo solo un altro pit stop per montare le soft e chiudere a punti.2016 Singapore Grand Prix, Sundayyy2016 Singapore Grand Prix, Sundayyy

– CLICCA PER FORUM F1

– CLICCA PER CLASSIFICHE F1 2016

– CLICCA PER CALENDARIO F1 2016

Tutto su Formula 1

Tutto su Racing

Tutto su Classifiche

Tutto su Mondiale

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV