Rally Storico Campagnolo

CIR Auto Storiche

92 equipaggi al via della 12. edizione del Rally Storico Campagnolo, quarto appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally Auto Storiche 2016.

Social

Parole Chiave

26 maggio, 2016

Il quarto round del CIR Auto Storiche è di scena alla 12. edizione del Rally Storico Campagnolo. La serie Tricolore arriva in Veneto dopo aver messo in archivio il rally Vallate Aretine, Sanremo e Targa Florio. Tre gare diverse, dagli esiti differenti, dai vincitori diversi ad avvicendarsi sul gradino più alto del podio assoluto e nei rispettivi raggruppamenti: Mimmo Guagliardo ad Arezzo, “Pedro” nella Città dei Fiori, Erik Comas a Palermo. Ad Isola Vicentina si schierano molti dei protagonisti della serie Tricolore, andando a costituire un parco partenti eterogeneo. Difficile in questi casi dare indicazioni, sbilanciarsi sui nomi dei probabili vincitori. Il tracciato di gara è mediamente selettivo, i propulsori sono sollecitati a fondo, anche se non è detto che una configurazione tecnica basata sulla potenza possa prevalere su altra e poi molto dipenderà dalle condizioni meteo. Il “Campagnolo” è gara che ha sovente scelto i suoi protagonisti assoluti dopo un improvviso e repentino cambiamento delle condizioni climatiche, soprattutto nelle prove speciali con passaggi sulle alture vicentine.

Ad Isola Vicentina, Maurizio Rossi non c’è. Il pilota genovese, leader del Trofeo Conduttori e del 3. Raggruppamento, lascia momentaneamente spazio agli inseguitori. Probabile il pronto sorpasso di “Lucky” al vertice della “assoluta” di campionato. Con la Lancia Delta del 4. Raggruppamento, il campione vicentino punta anche e soprattutto all’affermazione nella gara di casa. E’ dura per lui, dovendosi confrontare con un Mimmo Guagliardo che, come sempre sarà in perfetto stato di forma al volante della Porsche 911 SCRS di Gruppo B, anche se saranno altri sei i piloti con in mano le carte giuste per puntare all’affermazione in gara. Arriva da prestazioni che inducono all’ottimismo Lucio Da Zanche, a podio al Sanremo ed alla Targa Florio, il valtellinese sarà da tenere in debita considerazione al volante della Porsche Carrera Rsr Isola Vicentina del 2. Raggruppamento, dove ritroverà con la Porsche 911 Rsr il pavese Matteo Musti. Dopo il non facile esordio con la Lancia Delta al Vallate aretine, il biellese della Meteco Corse Davide Negri confida nelle accresciute prestazioni della Lancia Delta Gruppo A per la corsa al vertice, alla quale punta il valenzano “Zippo”, Andrea Zivian, che conta di far bene con la Audi Quattro Ur4 Winners Rally Team. Ma le attenzioni sono da riporre sul senese Alberto Salvini, veloce e grintoso pilota capace di mettere in difficoltà tutti e guidare al limite estremo la Porsche 911 Rsr Piacenza Corse.

CIR-auto storiche-guagliardoA dar “pepe” alle sfide incrociate saranno il veneto Paolo Baggio, con la Lancia Rally 037 Gruppo B, ma anche il vicentino Giorgio Costenaro con l’inesauribile Lancia Stratos Hf Team Bassano. Il veronese Nicola Patuzzo punta a far progredire lo sviluppo della Toyota Celica Gt Four Team, mentre è un debutto assoluto nelle storiche tricolori quello di Andrea Smiderle su Audi Quattro A2 Isola Vicentina. Dopo l’inatteso stop al Targa Florio, Riccardo Canzian deve recuperare e con l’Opel Kadett Gt/e Gruppo 4 tenta di far la differenza tra le “Duemila” dove il sanmarinese Davide Cesarini al volante della Ford Escort RS Gruppo 2 gioca un ruolo importante. Sfida tutta veneta nel 4. Raggruppamento tra Mauro Simontacchi e Damiano Zandonà, entrambi sulle Renault 5 Gt Turbo, ma in gara rientrano anche Matteo Luise e Fiorenza Soave, con le rispettive Fiat Ritmo 130 TC. Non manca il Riccardo Bucci sull’Alfa Romeo Alfetta GTV a duellare con i locali Pierluigi Zanetti su Opel Ascona SR e Gianluigi Baghin anch’egli sulla coupè milanese. Il bresciano Stefano Maestri Vuol rafforzare la leadership nel Tricolore di classe 1600 del secondo Raggruppamento, presentandosi con la Lancia Fulvia Hf, stessa vettura che guida Massimo Giuliani leader del 1. Raggruppamento. Il portacolori dell’Isola Vicentina, è in gara con la berlinetta torinese è sfidato per il primato di categoria da Antonio Parisi e Marco Dell’Acqua, entrambi su Porsche 911 S 2000, e dal rientrante Luigi Capsoni con la Alpine Renault A 110 1300.

Quindici gli iscritti alla terza tappa del Trofeo A112, che come da tradizione partirà in coda all’ultima vettura del rally. Il Rally Campagnolo assegna il trofeo Illide Romagna all’equipaggio che realizzerà il minor scarto cronometrico tra i due passaggi sulla prova speciale “Gambugliano”; il trofeo Sebastiano Longo sarà assegnato invece agli equipaggi delle A112 Abarth sulla frazione di “Santa Caterina”.

Classifiche provvisorie CIR Auto Storiche 2016

1. Raggruppamento

1. Giuliani punti 33
2. Fullone 27
3. Parisi 22
4. Montalto 19
5. Ferreri 18

2. Raggruppamento

1. Da Zanche punti 44
2. Comas 42
3. Montini 37
4. Canzian 36
5. Cesarini 33

3. Raggruppamento

1. Rossi punti 66
2. Rimoldi 29
3. Plano 23
4. “Red Devil” e Ambrosoli 21

4. Raggruppamento

1. “Lucky” punti 63
2. “Pedro” 36
3. Savioli 21
4. Colombini 21
5. D’Anna 18

Coppa Under 30

1. Montini punti 37;
2. Canzian 36;
3. Rondinelli 2
Coppa Under 30

Trofeo Conduttori

1. Rossi punti 66
2. “Lucky” 63
3. Da Zanche 44
4. Comas 42
5. Montini 37

Calendario 2016 CIR Auto Storiche

12 marzo: Rally delle Vallate Aretine
9 aprile: Sanremo Rally Storico
7 maggio: Rally Targa Florio
28 maggio: Rally Campagnolo
25 giugno: Rally Lana Storico
24 luglio: Rally Circuito di Cremona
27 agosto: Rally Alpi Orientali
17 settembre: Rally Elba Storico
15 ottobre: Rally Due Valli Historic

Tutto su Auto Storiche

Tutto su AUTO STORICA

Tutto su Rally

Seguici su Youtube