AbarthAuto Classiche & StoricheAuto Storiche RacingRacing

Abarth In Germania Ai “classic Days”

Abarth presente in Germania all’evento annuale “Classic Days” (dal 5 al 7 agosto), dedicato alle vetture del passato e ospitato presso il castello medievale Schloss Dyck, poco lontano da Düsseldorf. Il marchio dello Scorpione è presente al prestigioso appuntamento con due modelli leggendari: Abarth 124 Rally Gr.4 (1975) e Abarth 131 Rally Gr.4 (1976). Le due rarità, che affrontano anche un percorso attorno al suggestivo castello, appartengono alla Collezione FCA Heritage, la nuova struttura che coordina tutte le azioni dell’azienda nel mondo dell’automobilismo storico.fiat-131-abarth-rally-1976 (2)Officine ABARTH CLASSICHE – Entrambe le vetture d’epoca sono state restaurate dai tecnici nelle nuove Officine Abarth Classiche di Torino. In particolare, il progetto Abarth Classiche si articola su più punti: dall’atelier per il restauro e le certificazionial Registro Abarth che coordina fiere, eventi, raduni e competizioni. Il programma, secondo ogni più rosea aspettativa, sta riscuotendo grande successo, con numerose certificazione già effettuate e numerose prenotazioni sono in lista di attesa. La coerenza tra i modelli attuali e quelli che hanno firmato tanti record automobilistici è uno dei segreti del successo commerciale del brand.fiat-131-abarth-rally-1976Fiat 124 Abarth RALLY GR. 4 – In dettaglio, rispetto alla Fiat 124 Sport Spider da cui è derivata, la Fiat 124 Abarth Rally Gr.4 è dotata di un motore più potente e il suo peso è notevolmente inferiore grazie al tettuccio e al cofano in fibra di vetro e alle porte in alluminio. A seguito di una messa a punto operata dalla Squadra Corse Abarth, la vettura ha debuttato nella stagione sportiva 1972 ed ha proseguito la propria importante carriera sportiva fino al 1975, per essere poi sostituita dalla 131 Abarth Rally nel 1976. Allestita con un motore da 1,756 litri in grado di erogare 200 CV di potenza, questa vettura può raggiungere una velocità massima di 170 km/h a seconda del rapporto al ponte. Ha al suo attivo due vittorie nel Campionato Europeo Rally (1972 e 1975) e la piazza d’onore del campionato costruttori per quattro stagioni consecutive (dal 1972 al 1975). Ai “Classic Days” partecipa un esemplare con livrea bicolore giallo-rossa, la stessa con cui l’Abarth 124 Spider Rally si aggiudicò il titolo di vice campione mondiale nel 1974 e 1975.abarth-124-rally-1975 (2)Fiat 131 Abarth RALLY – Altrettanto leggendaria la seconda vettura dello Scorpione presente alla rassegna tedesca: la Fiat 131 Abarth Rally nella livrea dello sponsor Alitalia del 1978. Basata sulla carrozzeria a 2 porte della prima serie, la Fiat 131 Abarth Rally era equipaggiata con un 4 cilindri bialbero derivato dal 2 litri Fiat e sviluppato da Abarth. La cilindrata era di 1.995 cm3, e la potenza di 140 CV della versione stradale lievitava sino a 235 in quella da corsa. Era il “periodo d’oro” del cosiddetto gruppo 4: il regolamento tecnico che consentiva la trasformazione di berline familiari “per tutti i giorni” in autentiche auto da corsa.  Al suo debutto nel 1977, con la Fiat 131 Abarth Rally il marchio conquistò per la prima volta il titolo mondiale costruttori. Con i piloti Walter Röhrl e Markku Alén, nel 1978 riuscì a difendere il titolo. Il duo tedesco-finlandese vinse il titolo anche nel 1980 e Röhrl in quell’anno, con quattro vittorie, divenne campione mondiale piloti. Se già nel 1977 e 1978 ci fosse stata una classifica ufficiale dei piloti, Alén sarebbe stato il campione mondiale.fiat-131-abarth-rally-1976 (1)Nuovo Abarth 124 SPIDER – Infine, a conferma del fil rouge che da sempre lega le vetture del passato con quelle di attuale produzione, è presente alla manifestazione tedesca il nuovo Abarth 124 spider che incarna perfettamente i valori del marchio: prestazioni, eccellenza dei dettagli e avanguardiatecnica. Pensato per appagare anche i gusti dei piloti più esigenti, il nuovo modello dello Scorpione è dotato di trazione posteriore, sospensioni raffinate e un motore turbo 1.4 MultiAir a quattro cilindri da 170 CV, abbinato al cambio manuale a 6 marce oppure al cambio automatico Sequenziale Sportivo Esseesse a 6 marce con selettori al volante. Il nuovo Abarth 124 spider è già acquistabile presso tutte le concessionarie Abarth.Abarth_124_Spider_2016_04

Tags

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Close