Mercedes-BenzNews auto

Smart Working, lavorare fuori dall’azienda anche per Mercedes-Benz Italia

Una forma diversa e nuova del rapporto di lavoro subordinato atraverso il quale è possibile lavorare anche fuori la sede della propria azienda in determinati giorni del mese

Anche in Mercedes-Benz Italia è partito il programma di Smart Working (Lavoro Agile) ovvero la possibilità di lavorare anche al di fuori della sede dell’azienda in alcuni giorni del mese. Dopo una prima fase test avviata lo scorso anno che ha visto coinvolte 80 persone di differenti business unit, la sede romana di Mercedes dal mese di aprile apre a tutti il programma consentendo al personale di sperimentare in prima persona il lavoro agile e smart puntanto al contributo e la responsabilità personale piuttosto che al controllo.

Smart Working cosa è?

Il fenomeno dello Smart Working si sta diffondendo tra le aziende italiane e nella PA nonostante non esista un quadro normativo di riferimento per la sua regolazione. Ma di che cosa si tratta, come funziona e quali sono i benefici di questo cambiamento sulla sede di lavoro? Cosa è lo Smart Working?

E’ possibile definire lo “Smart Working” come una nuova filosofia del lavoro fondata sulla concessione alle persone di maggiore autonomia sul lavoro nella scelta di orari, spazi e strumenti a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati.

Come lavorare da casa? Con smart working

In soldoni, questo “smart working” è una forma diversa e nuova del rapporto di lavoro subordinato in base al quale vengono stabiliti alcuni giorni del mese (solitamente 1 giorno a settimana) nei quali è possibile lavorare, senza vincoli di orari, anche fuori l’azienda e non necessariamente a casa: al bar, al parco, in barca, in montagna, ecc.
Solitamente sono sempre riforniti di strumenti che consentono di operare e restare collegati al gruppo di lavoro (PC, telefono, software, ecc.) per poter garantire l’avanzamento delle proprie attività.

Questo passaggio solitamente avviene per gradi, su richiesta (non è obbligatorio) e con obiettivi stabiliti in accordo comune tra dipendente e datore di lavoro anche attraverso un nuovo contratto di lavoro.

Il numero dei lavoratori che in Italia lo scorso anno 2018 ha usufruito dello “smart working” sono stati circa 480mila, pari al 12,6% del totale degli occupati che, in base alla tipologia di attività di lavoro che svolgono, potrebbero fare Smart Working. Cresce quindi il numero di persone che scelgono il Lavoro Agile, disponendo di strumenti digitali adatti a lavorare in mobilità.

Lo smart working favorisce molto il lavoratore a conciliare i tempi della sua vita personale e lavorativa con l’obiettivo finale di una crescita della sua produttività per l’azienda.

Sede Mercedes-Benz Italia Roma
La nuova sede di Mercedes-Benz Italia a Roma

Con l’arrivo del nuovo Presidente Radek Jelinek quella di Mercedes-Benz Italia è una iniziativa coerente con il nuovo corso organizzativo che pone sempre più le persone al centro, e arriva ad un mese da un’altra piccola grande rivoluzione: l’eliminazione della timbratura, per abbracciare il concetto di flessibilità totale.

Oltre a Mercedes-Benz Italia sono molte le aziende che hanno introdotto questa formula innovativa, come Europ Assistance, American Express, Costa Crociere, Lindt, Mars Italia, TIM, ENEL, Ferrovie dello Stato, Siemens, MEF, ecc

Radek Jelinek, nuovo Presidente Mercedes-Benz Italia
Radek Jelinek, nuovo Presidente Mercedes-Benz Italia

Commenta

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni riferimento dei "car enthusiast", appassionati di tecnica motoristica, performances e guida sportiva. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo nelle gare in pista. Tra le tante auto speciali provate: la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.
Close
Close