Mercato

Mercato Auto Europa Segno+

L’Europa dell’auto riprende il proprio passo spedito che dura da 42 mesi, confermando che il rallentamento di aprile era solo dovuto alla diversa calendarizzazione delle festività.
Secondo i dati diffusi dall’ACEA, l’Associazione europea che rappresenta i Costruttori di veicoli, in maggio si sono immatricolate nell’Europa dei 28+Efta 1.433.236 vetture, circa 100.000 in più rispetto al 1.331.362 dello scorso anno, con un aumento del 7,7%. Recupera così il cumulato dei 5 mesi, che raggiunge i 6.920.496 di unità vendute contro i 6.584.042 dello stesso periodo dello scorso anno, con un aumento che sale al 5,1%.

Ha commentato Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione che in Italia rappresenta le Case automobilistiche estere

romano-valente-unraeIl dato positivo dell’Europa è influenzato dal secondo risultato negativo del Regno Unito dopo l’introduzione del nuovo sistema fiscale VED; l’Italia conquista il secondo posto del podio nel mese e la metà dei Paesi europei registra una crescita a doppia cifra. Dall’Italia segnali confortanti i driver economici mostrano finalmente segni di miglioramento, le vendite sono tornate al trend positivo, sostanzialmente stabili nel canale privati e nelle vendite delle Concessionarie, ma significativamente in crescita nel canale del noleggio per il positivo sviluppo della domanda turistica, del rinnovo e dell’ampliamento del parco flotte anche grazie alle Partite IVA e al Car sharing.

Germania – Per il mese di maggio, il mercato dell’auto in Germania torna positivo con 323.952 immatricolazioni di autovetture nuove, in crescita del 12,9% rispetto alle 286.931 dello scorso anno (fonte KBA). Le vendite a privati nel mese aumentano dell’8,5% e si attestano su una quota del 36%, mentre le immatricolazioni a persone giuridiche, al 64% di rappresentatività, aumentano del 15,5%. Forte incremento della benzina che aumenta del 22,6% con una quota del 56,8%, contro il diesel che cala dell’1,4%, al 40,4% di rappresentatività. Nel periodo gennaio-maggio 2017, invece, le vendite complessive di auto nuove in Germania sono state 1.459.333, segnando una crescita del 4,7% rispetto al 1.394.276 dello stesso periodo del 2016. Il canale dei privati in questi primi 5 mesi è cresciuto del 5%, con una quota di mercato del 34,3%, contro il 65,7% delle persone giuridiche.

Regno Unito – Secondo calo consecutivo per il mercato dell’auto del Regno Unito che, alla vigilia del voto, chiude con una flessione dell’8,5% registrando 186.265 immatricolazioni, contro le 203.585 del maggio 2016. Flessione mitigata, tuttavia, dal risultato a doppia cifra delle società che, con 6.054 iscrizioni, hanno chiuso il mese di maggio con un +20,1%, mentre segno negativo è stato registrato per il canale dei privati (-14%) e per le flotte (-5,3%). Forte calo nel mese (-20%) per le immatricolazioni di vetture alimentate a gasolio; restano stabili (+0,4%) quelle a benzina, mentre registrano un forte aumento (+46,7%) le alimentazioni a basso impatto ambientale che, con 8.258 unità, segnano un record di rappresentatività sul mercato del 4,4%, contro il 2,8% di maggio 2016. Leggermente negativo il bilancio delle vendite dei primi 5 mesi, che registra un -0,6% sul gennaio-maggio 2016 e 1.158.357 unità. Negativo anche nel cumulato il canale dei privati (-4,2%), a fronte di buone performance dei canali flotte (+2,4%) e società (+5,3%).

Francia – Il mese di maggio in Francia si chiude con un risultato positivo per il mercato delle auto, che aumentano dell’8,9% rispetto a maggio 2016, grazie alle 191.416 unità registrate contro le 175.831 di maggio 2016. Leggermente inferiore il risultato del consuntivo dei primi 5 mesi del 2017, che si chiude con 904.341 immatricolazioni, in crescita del 3,3% rispetto alle 875.076 di gennaio-maggio 2016. Continuano a flettere le vendite di auto diesel che, nei 5 mesi, sono state 431.334, in calo del 6,4% sullo stesso periodo dello scorso anno, passando da una quota del 52,7% ad una del 47,7%, a beneficio della benzina che guadagna 4,2 punti percentuali di rappresentatività rispetto allo scorso anno, passando dal 43,3% al 47,5%, e il 13,4% in volumi grazie alle 429.921 immatricolazioni. Aumento a doppia cifra per le vendite di vetture ibride che, con 31.838 unità, crescono del 28,4%. Buoni i risultati anche delle elettriche che registrano 10.782 immatricolazioni e un incremento dell’8,3% sulle 9.960 del gennaio-maggio 2016.

Spagna – A maggio in Spagna sono state immatricolate 126.411 auto nuove, in crescita dell’11,2% rispetto alle 113.671 del maggio 2016. Nei primi 5 mesi, quindi, il cumulato si porta a 535.697 immatricolazioni, in aumento del 7,3% rispetto alle 499.444 di gennaio-maggio 2016. Sia nel mese che nel cumulato, sono stati i noleggi e le società a spingere il mercato, mentre molto meno dinamico si è mostrato il canale dei privati. Nell’analisi dei canali, quindi, da rilevare che a maggio sono state immatricolate 54.645 unità (+6%) tra i privati, a dimostrazione del bisogno di un piano di stimolo per la sostituzione del parco circolante, la cui età media è aumentata a 12 anni. Crescita a doppia cifra, invece, sia per i noleggi (+18%) che registrano 40.249 immatricolazioni grazie al settore turistico, che per le società (+12,4%) con volumi pari a 31.517 unità.

Tags

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Close