Curiosità

Raccolta di Barzellette sull’automobile

Un carabiniere dà le chiavi della macchina al figlio…un sabato sera il figlio esce con la macchina e il padre gli dice: “mi raccomando non andare veloce” e appena torna il figlio il padre gli dà un sacco di botte e il figlio dice: “ma papà perchè mi dai le botte?” e il carabiniere: “perchè ti ho provato a chiamare al cellulare e diceva che eri irraggiungibile!

Due ragazze venete stanno facendo l’autostop. E’ estate, fa un caldo boia, dall’asfalto sale un’onda di calore insopportabile, e la strada non ha un filo d’ombra, e non passa nessuno. Dopo una lunga ora interminabile, si vede in lontananza un puntolino, e’ una macchina! Si avvicina e le due ragazze vedono che la targa e’ tedesca. A bordo, ci sono due tedeschi. – Mi non so parlar el crucco – dice la prima all’altra – Prova un po ti’!- e la manda avanti. La poverina gesticola un po’, fa dei segni, ripete due o tre volte il nome della citta’ dove devono andare, e alla fine il tedesco al volante fa cenni di aver compreso, e risponde: – Jawhol ! -Cosi’ la seconda torna indietro dall’amica che vuole sapere come e’ andata la conversazione. – Che xe che te ga dito? – le chiede. – Me ga dito che jawhol – La tizia allora si guarda attorno (il calore dell’asfalto e’ un forno), guarda la strada deserta e ci pensa su un momento…- Beh… se a vol, noi ghe a demo… –

Due carabinieri devono fare le rilevazioni di un incidente e il primo detta all’altro: volante dell’auto “A” trovato in riva al laghetto, fanale dell’auto “B” trovato sotto l’auto “A”, ruota dell’auto “A” trovata vicino al guardrail… ma come si scrive guardrail?  L’altro allora da un calcio alla ruota e fa: ruota dell’auto A trovata vicino ad un albero… 

Due vigili fermano un’auto: “Multa! Siete in 6 su una Renault 5”. “E voi siete in 2 su una Uno!

Un carabiniere vuol cambiare la sua vecchia auto, ma il concessionario gli valuta l’auto solo 4 mila euro. In caserma ne parla al maresciallo che gli fa: “Quanti Km ha la tua auto?”. “150.000”. E l’altro: “Fatti furbo! Togli 50.000 Km”. Il carabiniere fa cosi’ e va dal concessionario. Giorni dopo torna dal maresciallo: “Marescia’, ma lei e’ un genio! Mi hanno valutato l’auto 5 mila euro!”. E il maresciallo: “Bravo, però se fossi in te toglierei altri 50.000 Km”. Così fa e torna dal concessionario e quindi di nuovo dal maresciallo: “Marescia’, ma lei e’ un genio! Mi hanno valutato l’auto 6 mila euro”. “Bravo, fatti furbo! Togline ancora!” gli fa il maresciallo. Il carabiniere va a casa e toglie altri Km fino ad averne solo 8000.
Va dal concessionario e poi dal collega: “Marescia’, pensi ora la mia auto ha 8000 Km e il concessionario me l’ha valutata ben 12.000 euro”.
E il maresciallo: “Pero’, 8000 Km… 12.000 euro. Quasi quasi la compro io!”. E il collega: “E no! Adesso che è quasi nuova la tengo io!”

Perchè gli operai della FIAT si licenziano per andare alla FORD? Perchè alla Fiat c’è RITMO, mentre alla Ford c’è la FIESTA!

Un tizio compra una Ferrari. Qualche giorno dopo viene fermato dalla polizia sull’autostrada per eccesso di velocità. Il poliziotto si avvicina alla vettura, si accorge che il tizio è’ nudo sotto la cintura e gli chiede: “Ma siete impazzito a girare così conciato? “. “Quando ho comprato l’auto il venditore mi ha detto: “Faccia attenzione, perchè oltre i 300 km/h succhia …”

Dopo i 130 Km/ora la mia auto balla. Cosa posso fare?”. “Spegni la radio!”.

Al casello autostradale si presenta una famiglia (padre, madre e figlio) e il casellante si rivolge loro con tono allegro: “Siete fortunati! Questa è la milionesima auto che passa da questo casello. Avete vinto un assegno da 5.000 euro “. Un vigile li vicino si congratula con il guidatore e gli chiede: “Bene, cosa pensa di fare con la vincita?”. “Beh, prima di tutto finalmente prenderò la patente…”. “Ah, mi dispiace, allora per la guida senza patente le devo fare la multa”. E la moglie seduta accanto: “Ma no, non gli dia retta! E’ ubriaco!”. “Bene, allora devo farle un’altra multa per guida in stato di ebbrezza…”. E il figlio seduto dietro: “Te l’avevo detto, papà, che con questa macchina rubata non andavamo lontano!”.

Colmo per un autista: spegnere il motore soffiando sulle candele.

Qual è la macchina ad iniezione più veloce? L’autoambulanza.
Qual è la parte più sensibile della macchina? Lo spint-erogeno!

Sapete dove selezionano i meccanici della Ferrari? A Napoli… Se ti fermi al semaforo ti smontano le gomme in 3 secondi!

Un tizio all’amico: “Mio zio e’ un genio: ha preso la carrozzeria di una Mercedes, il motore di una Ferrari, le ruote di una Ford, i sedile di una Cadillac…”. “E cosa ha fatto? Una nuova automobile?”. “No, due anni di galera!”.

Un parcheggiatore romano abusivo: “Venga, dotto’, venga tranquillo. Dietro c’e’ il deserto!”. Si sente un terribile tonfo. “Ah dotto’, ha preso proprio una palma!”.

Carabinieri al posto di blocco: “Non lo sa, signora, che non è consentito portare cani in auto?”. “Ma è di pelouche!”. “Guardi che non le ho chiesto la razza!”. .”

Che differenza c’e’ fra un’auto e la fidanzata? Se ti fottono la macchina te ne accorgi!

Perchè gli indiani non comprano la Fiat? Perchè hanno già la Lancia…

Milano. Il Piero, giovane industrialotto, incontra due suoi amici: Luca e Valter: “Uhe raga’, venite come con me a fare un giro sul nuovo Ferrarino che mi sono fatto!”. Tutti d’accordo, salgono sull’auto che parte lasciando mezzo chilo di pneumatici sull’asfalto. Pieno centro città: 100, 120 km/h. Il Luca: “Dai, Piero, rallenta un po’ !”. “Ma dai, questa e’ una macchina sicura e poi abbiamo sant’ Ambrogio che ci protegge!”. “Fammi scendere, tu sei matto!”.
Ed il Luca scende nella sicura periferia milanese. Il Piero riparte con il Valter che è un pò preoccupato. Sgommata, accelerazione super 150, 200 km/h. Il Valter non ce la fa più: “Fammi scendere, fammi scendere!”. “Ma dai, non fare il pirla, la domino benissimo questa macchinetta e poi figurati col sant’ Ambrogio che ci protegge!”. Ed anche il Valter riesce infine a scendere. Il Piero riparte, sgommata, 200, 250 km/h. Ad un certo punto sente due colpi sulla spalla. Un po’ impaurito chiede: “Uhe chi l’ e’ ?”. “Sono il Sant’ Ambrogio, fammi scendere!”

Ci sono un ingegnere meccanico, un ingegnere chimico, un ingegnere elettronico ed uno informatico in una cinquecento. Ad un certo punto la macchina si ferma, e si spegne il motore. Allora l’ingegnere meccanico dice: “Lo sapevo io, e’ sicuramente colpa dell’albero motore”. Allora il chimico: “No no, sono certo che e’ colpa degli acidi della batteria”. Poi l’elettronico: “Ma figuriamoci, si è sicuramente guastato il generatore”. Allora l’informatico: “Ma se noi provassimo ad uscire e poi a rientrare?”.

Un tizio arriva con la macchina, abbastanza scassata, a dire il vero, davanti a Montecitorio, e posteggia proprio in mezzo alla strada. Un vigile gli si avvicina e gli dice: “Ma cosa fa? Non si può parcheggiare qua!”. “Perchè?”. “Come perchè?”. “Perchè qui ci passano Ministri, Deputati, Senatori… “. E il tizio: “E che mi frega? Tanto io c’ho l’antifurto!!! “.

Perchè la Polizia ha scritto sulla portiera delle loro auto: LUCIO DALLA? Perchè i loro colleghi inglesi hanno scritto POLICE.

Nell’ultima visita a New York, il Papa chiede di poter guidare la sua limousine. La richiesta appare strana, ma il suo desiderio ovviamente viene esaudito. Cosi’ l’autista si siede dietro e il papa parte e imbocca l’autostrada. Dopo un po’ pero’ pigia un po’ troppo sull’acceleratore e supera abbondantemente i limiti di velocita’. Ovviamente ad un certo punto viene fermato da un poliziotto. Questi si rende conto della situazione e imbarazzato chiama via radio il suo capitano per avere istruzioni. “Capitano, ho fermato una persona molto importante per eccesso di velocita’ e non so cosa fare”. “E chi sarebbe, il Presidente?”. “No! Questo e’ molto piu’ importante!”. “Ma chi e’, il segretario generale dell’ONU?”. “No! Molto piu’ importante!”. “Ma insomma chi e’? “. “Capitano, io non lo so chi sia, ma deve essere dannatamente importante. Il suo autista e’ il Papa! “.

Le statistiche sostengono che più tempo si passa in automobile sulle strade e piu’ aumenta la probabilità di incidenti; la prudenza consiglia quindi di possedere un’auto molto veloce e di correre a tavoletta.

Un automobilista ubriaco sbaglia l’entrata in autostrada e si immette in senso contrario, creando lo scompiglio nel traffico. Mentre ascolta la radio sente le ultime dal radio-giornale: “…ci e’ giunta notizia che un pazzo sta percorrendo la A25 in contromano terrorizzando gli automobilisti…”. “Che uno! – fa l’ubriaco – Saranno duecento!”.

Un carabiniere al collega: “Era cosi’ bellina ed ora la mia auto ha un’ammaccatura che fa paura!”. “Dai non ti disperare ho io la soluzione al tuo problema. Le auto moderne hanno la carrozzeria cosi’ sottile che basta soffiare nella marmitta per rimetterla in forma”. “Davvero… vado a provare subito!”. Cosi’ dicendo si precipita verso la sua auto e portatosi con la bocca sulla marmitta inizia a soffiare energicamente. Passa il maresciallo e molto stupito chiede: “Di grazia cosa sta facendo?”. “Soffio nella marmitta per rimettere in forma l’auto che ha un’ammaccatura!”. “Santiddio ma come si fa a essere cosi’ stupidi!! Chiuda i finestrini no?!?”.

Un amico dice all’altro: “Sai, ho cambiato la donna e l’auto…”. “Ah, si’? Come mai?”. “L’una succhiava troppo e l’altra troppo poco…”.

Un operaio lavora tutta la vita per poter esaudire un suo desiderio: comprarsi una Ferrari. Arriva a settant’anni e finalmente riesce a comprarsela. Ma sfortunatamente muore il giorno prima

La FIAT invia alcuni ingegneri in Giappone per vedere come si realizza la Qualita’ Totale. Visitano le enormi e modernissime catene di montaggio robotizzate e vedono gli operai che lavorano meticolosamente. Notano anche che alla fine della catena di montaggio un operaio chiude un gatto vivo dentro a ogni bagagliaio e chiedono allora il perche’ di tale strano comportamento. Viene spiegato loro che se il giorno dopo il gatto e’ ancora vivo l’auto non e’ perfettamente a tenuta stagna e deve essere ricontrollata. I tecnici della Fiat tornano in Italia e mettono a frutto quanto hanno imparato. Dopo un anno i Giapponesi vengono in Italia per vedere come sono stati applicati i principi della Qualita’ Totale. Visitano le catene di montaggio automatizzate e robotizzate e… notano che in fondo alla linea di montaggio un operaio infila un gatto in ogni macchina. Incuriositi chiedono il motivo di tale azione e viene risposto loro: “Se domani il gatto non c’e’ piu’ cerchiamo il buco!”

Un ginecologo si stanca della sua vita: “Non ne posso piu’. Tutti i giorni a guardare piccole cose in fondo ad una piccola cavita’ buia. Basta! Mi voglio dedicare al mio hobby preferito: i motori!”. Cosi’ decide di abbandonare la sua professione e va in cerca di una officina da rilevare. Ne trova una, ma il padrone l’avverte: “Non basta comprare i muri. E’ necessario anche superare un esame per acquisire il titolo di meccanico”. Il ginecologo non si preoccupa: nella sua vita ne ha fatti tanti di esami e li ha superati tutti. Si presenta agli esami che consistono nel rimontare un motore di un’auto completamente smontato in un’ora. Parte il tempo e alla fine dell’ora esatta il dottore ha perfettamente rimesso insieme il motore. Alla prova finale il motore si mette in moto e la giuria di esaminatori lo promuove. Alla consegna del diploma nota che il suo voto e’ stato di 150 su 100!! La cosa gli sembra strana e va a chiedere spiegazioni al capo della commissione che cosi’ gli spiega: “Beh, vede, 50 punti glieli abbiamo dati perche’ ha rimontato il motore perfettamente; altri 50 punti perche’ l’ha fatto entro l’ora prevista … e altri 50 punti perche’ non abbiamo mai visto montare un motore … dalla marmitta!!”.

Un’auto viene fermata dalla polizia stradale: “Patente e libretto. Voi andavate a 200 Km/ora”. “Ma no, signor agente, facevo 135 Km/ora”. Interviene la moglie del guidatore seduta accanto: “Ma no, caro, lo sai bene che stavi facendo piu’ di 200 all’ora”. Il tizio lancia uno sguardo adirato alla sua signora, mentre l’agente continua: “Siete anche in multa perche’ non funzionano gli stop”. “Come? Ma se li ho controllati proprio ieri?”. “Oh, caro, sai bene che gli stop sono cosi’ da mesi”. L’uomo lancia verso la moglie uno sguardo ancora piu’ adirato e l’agente continua: “Inoltre voi non avete indossato le cinture di sicurezza!”. “Ma no, signor agente, le avevo, ma me le sono tolte quando voi mi avete fermato”. Ancora una volta interviene la moglie: “Ma, caro, sai bene che le cinture non le metti mai!”. A questo punto il tizio esplode e grida alla moglie: “Insomma, vuoi stare zitta, brutta stronza di una troia!”. L’agente si rivolge alla signora e le chiede: “Signora, ma vostro marito si rivolge a lei sempre in questo modo?”. “Oh, no, agente, solo quando e’ ubriaco!”.

Un poliziotto vede un’auto che procede lentamente sull’autostrada e pensando che possa essere di pericolo, data la bassa velocita’, la ferma. Alla guida un’anziana signora; sul sedile accanto e dietro delle altre signore la cui caratteristica comune e’ quella di essere pallide cadaveriche. La donna alla guida, ovviamente confusa, chiede al poliziotto: “Non capisco, in fondo non superavo i limiti di velocita’, anzi andavo proprio alla stessa velocita’ dei limiti consentiti. Dov’e’ il problema?”. E il poliziotto: “Signora, certo lei non supera i limiti di velocita’, pero’ anche andando piano si puo’ essere di pericolo per la circolazione”. “Ma guardi, signor poliziotto, che io andavo esattamente alla stessa velocita’ prevista dai limiti… 24 kilometri l’ora!”. A questo punto il poliziotto capisce dove la signora si e’ sbagliata: “Guardi che lei si e’ confusa: 24 e’ il numero dell’autostrada e non il limite di velocita’. Comunque per questa volta vada pure… ma prima mi tolga una curiosita’. Le signore che viaggiano con lei mi sembrano spaventatissime e bianche come cenci. E’ tutto OK?”. E la signora: “Oh, non si preoccupi! Fra pochi minuti staranno benissimo. Abbiamo appena lasciato l’autostrada 151”.

 

 

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Close