MazdaPRIMO CONTATTO

Mazda MX-5 prova prezzi caratteristiche

NIZZA – Qualche mese fa in terra spagnola (Barcellona) avevamo avuto già il piacere, con un incontro ravvicinato, di toccare e provare la nuova MX-5, ammirandola dal vivo e verificando su strada con un primo contatto i grandi sforzi raccontati dai giapponesi. L’impegno profuso è stato elevatissimo grazie al quale è stata poi realizzata questa nuova configurazione della spider più venduta al mondo, la Miata che adesso è lunga 3,9 m, larga 1,73 m è più corta di 3 cm.
Alla base di questa nuova MX-5 c’è la filosofia “Jinba Ittai” che rappresenta in giapponese l’armonia tra cavallo e cavaliere. Allo stesso modo la ritroviamo sulla nuova Mazda MX-5 con una fusione magica tra pilota e vettura. Masashi Nakayama il disigner lha voluto rimarcare: L’abbiamo pensata per esprimere al massimo accoglienza, confort ed ergonomia, ispirandoci alla filosofia Jinba Ittai, la stessa che abbiamo cercato di avere sulla MX-5“.
Mazda-MX-5-2015-137 (17)
Oltre alla meccanica, interessanti novità come gli altoparlanti integrati nei poggiatesta, il sistema multimediale di ultima generazione MZD Connect ed il Mazda i-ACTIVSENSE ossia radar e telecamere per la sicurezza in marcia.
Mazda Mx-5 sound system Bose

Particolare attenzione è stata rivolta al perfetto allineamento tra volante, pedali e comandi di bordo con una seduta più bassa di 20 mm rispetto al passato. La capote è rimasta in tela con movimento manuale ed è possibile azionarla restando seduti con un minore sforzo rispetto al modello precedente.
Solitamente la configurazione di un auto, la definizione delle sue caratteristiche, linee, forme, cilindrata, equipaggiamenti viene definita in base alle strategie di marketing, considerando quello che il mercato richiede.
Ai giapponesi di Mazda, pur attenti ovviamente al mercato, piacciono però le sfide e la ricerca di soluzioni tecniche non convenzionali. L’evoluzione dello spider Mazda dalla terza versione a questa quarta ha seguito alcuni principi di base: il massimo feeling, l’auto come estensione dell’uomo, la reattività ai comandi, la tecnologia nella meccanica tutto sviluppato con la filosofia giapponese, attraverso un lavoro certosino ed un impegno sacrale nel fare le cose.
Non è facile liquidare in poche parole tutte le modifiche apportate dalla precedente versione che hanno fatto fare un salto di qualità notevole sui motori, sul telaio, sulle sospensione e nella dotazione degli interni.
Mazda-MX-5-2015-013
All’esterno le linee sono completamente rinnovate ed ispirate allo stile Kodo di Mazda: linee fluide e filanti delle superfici producono un forte dinamismo. La scelta del turbo non è stata presa in considerazione volutamente a vantaggio di un motore aspirato con alto rapporto di compressione, più costante nell’erogazione.
La vettura ha guadagnato un risparmio di peso di oltre 100 kg rispetto al modello precedente. L’ago della bilancia si ferma infatti a soli 1000 kg. Migliorata la distribuzione dei pesi arretrando ed abbassando la posizione del motore, quella del conducente e facendo largo uso di alluminio per cofano, baule, struttura della capote, parafanghi anteriori ed i rinforzi dei paraurti.
La ripartizione adesso tra i due assi è 50:50 baricentro più basso. Molto efficienti i motori SkyActiv abbinati ad una trasmissione studiata e rivista che in sesta marcia gira senza demoltiplicazione, ma diretta per il massimo del rendimento e riduzione dei consumi dovuti alle perdite d’attrito.

COME VA con il 1.5 – La MX-5 è leggera ed il motore 1.500 cc da 131 cavalli accreditato di 131 cavalli a 7000 giri e 150 Nm di coppia a 4800, è più che sufficiente per un uso tranquillo ed ha più potenza del 1.800 cc presente sulla versione precedente.
Già il dato di accelerazione dichiarato (8,3 sec nello 0-100 km/h) fa capire quanto sia importante la riduzione di peso. La vettura è molto agile, non esita quando si schiaccia sull’acceleratore e le riprese sono soddisfacenti. Impressionante la direzionalità. D’altra parte i giapponesi volevano un’auto che segue il pensiero. E ci sono riusciti. La reattività notevole fa mettere il muso della vettura dove si punta lo sguardo con una velocità che si avvicina ad una vettura “formula”, ad un kart. Stiamo viaggiando su pneumatici Yokohama Advan con una misura 195/50 R16 a nostro avviso, giusta per l’ottimo compromesso tra precisione e confort.
Guidiamo sulle strade della Provenza in souplesse, con la musica diffusa dall’impianto Bose e che risuona anche dai poggiatesta dove sono posizionati 2 altoparlanti per sedile. Con la capote aperta si viaggia che è una bellezza, anche aumentando la velocità, senza problemi di flussi d’aria indesiderati. Migliorata anche la visibilità della strada e di tutto ciò che circonda il guidatore grazie ad un cofano posizionato più basso e montanti più sottili.
Abbassiamo la musica per ascoltare la MX-5. E’ silenziosa, molto silenziosa anche quando si “allunga” e si viaggia in sesta marcia. La spremiamo fino al limitatore posto ad un bel regime alto di 7.500 g/m mentre percorriamo un tratto curvoso in alta montagna sopra Nizza. La nostra espressione cambia repentinamente con l’adrenalina che sale mentre la MX-5 danza tra una curva e l’altra con il posteriore che non si scompone anche forzando. E’ più neutra e la modifica della geometria delle sospensioni posteriori abbinata si fa sentire quando si forza. Il piccolo 1.5 è in grado spingere la MX-5 a 204 km/h.
Il diametro dei dischi freno anteriori è contenuto. A vederli ad occhio potrebbero sembrare piccoli, ma la vettura è leggera e non vanno mai in affanno anche quando si viaggia ad andatura “sportiva” con continue frenate in sequenza.
Mazda-MX-5-2015-027
COME VA con il 2.0 – Scesi dal 1.5 litri saliamo sul motore più corposo, il 2.000 cc da 160 cavalli. Stesso cambio ma questa volta sotto c’è un differenziale autobloccante e le ruote sono da 17 pollici 205/45 R17 Bridgestone Potenza. Si sente avverte subito la maggiore corposità, l’incremento di potenza e coppia. Con il 2 litri non abbiamo perso tempo e siamo andati giù subito col piede pesante. Le altezze da terra sono ridotte, la MX-5 è bassa e con gli ulteriori abbassamenti di motore (arretrato anche) e del pilota la guidabilità è fantastica. L’abitacolo arretrato di qualche centimetro, è più curato rispetto al passato e presenta soluzioni veramente raffinate con rivestimenti in pelle, un bel monitor e la doppia manopola sulla consolle centrale a portata di mano per comandare il sistema dell’infotiment.
Mazda-MX-5-2015-028
Anche con questo 2 litri, il cui aumento di peso è trascurabile rispetto all’altra versione, quello che colpisce immediatamente andando ancora più forte è la direzionalità e la reattività. In prossimità di una curva, si resta colpiti dal fatto che la MX-5, velocissima nelle reazioni, è in grado di cambiare rapidamente direzione, si appoggia e gira anticipando anche il movimento delle mani che ruotano il volante! I giapponesi ci parlano della fisolosofia “Jinba Ittai”, l’armonia tra cavallo e cavaliere che ritroviamo alla guida della nuova Mazda MX-5 dove la fusione tra pilota e vettura è impressionate. Sembra di essere “murati” nell’abitacolo ed avere la vettura come estensione del corpo.
Per esigenze fotografiche in prossimità di un tornante in salita disattiviamo il controllo di stabilità per immortalare la MX-5 in un bel traverso di potenza cattivo. Lo abbiamo fatto a bassa velocità, in prima marcia senza uso di freno a mano (c’è la leva tradizionale) ma solo schiacciando tutto l’acceleratore al momento giusto, nonostante l’asfalto avesse un grip sopra la norma. Con queste nuove geometrie, nella fase di uscita dalla curva quando si scarica tutta la potenza e con l’acceleratore quindi al 100% il movimento del posteriore è risultato molto controllabile e gestibile senza alcune difficoltà.
Mazda-MX-5-2015-121a (2)

 

PREZZI – I prezzi della MX-5 partono dai 25.300 euro della “Evolve” 1.5 (131 Cv) con cambio manuale a 6 marce; “Exceed”, a 27.700 euro. La versione “Sport” con il 2.0 da 160 Cv di potenza arriva a 29.950 Euro. La vernice metallizzata costa 700 euro (850 euro per la cromia “Soul Red”).
Mazda-MX-5-2015-045
► LISTINO COMPLETO MAZDA
Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori.
Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4×4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell’anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault.
Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close