Kia Niro Hybrid La Prova

Kia Niro è un Suv nato ibrido e viene proposto con un powertrain composto da: motore termico 1.6 GDi, pacco di batterie a ioni di polimeri di litio, motore elettrico da 32 KW e un inedito cambio DCT a doppia frizione a sei marce.

23 settembre, 2016 - Rapallo (Italia)

Kia Motors Italy festeggia l’arrivo sul mercato della innovativa e sorprendente Kia Niro, un modello che rappresenta l’innovazione a 360° nel settore delle, compatte a propulsione ibrida e offre una inedita piattaforma destinata allo sviluppo di una famiglia di modelli a basso impatto ambientale. Kia Niro, con la sua originale formula crossover, propone un’inedita interpretazione del concetto alternativo di praticità, stile e personalità, integrato da un propulsore ibrido di nuova generazione.
Il sistema ibrido di Kia Niro è composto da: motore termico 1.6 GDi (Gasoline Direct Injection) ciclo Atkinson, pacco di batterie a ioni di polimeri di litio, motore elettrico da 32 KW e cambio DCT a doppia frizione a sei marce. Questo efficientissimo sistema propulsivo ottiene emissioni di CO2 a partire da 88 g/km e il consumo medio certificato di a partire da 3,8 litri/100 km.

Prezzi: Un unico allestimento da 27.000 euro, con uno sconto di 2.100 euro al lancio. Ulteriore sconto di 1.000 euro per chi rottama o dà in permuta un’auto a gas e si sale a 2.000 per auto ibride o elettriche.
kia_niro_prime_foto_presentazione_2016_38

Kia Niro COME VA – L’abbiamo provata su un percorso misto e molto divertente di circa 40 km su per le colline dietro la città di Rapallo potendo così toccare con mano le potenzialità della motorizzazione ibrida su salite, discese e tratti autostradali. La cosa che colpisce subito sia da accesa che in marcia è la grandissima silenziosità di bordo. Il motore endotermico si fa sentire poco e vi sembrerà di guidare una vettura totalmente elettrica. La riaccensione del motore a benzina è davvero fulminea e non si avverte alcuna vibrazione. La guida è davvero piacevole, sia un modalità normal, sia in sport che è selezionabile spostando di lato la leva del cambio. Peccato per l’assenza delle palette al volante. Devo dire che anche il cambio è molto silenzioso e fluido, che ben si sposa con questa motorizzazione.
Affrontando le curve in modo deciso interviene subito l’ESP ma non è troppo invasivo e la tenuta di strada è davvero notevole, grazie anche alle ruote maggiorate Michelin Pilot Sport 4 con cerchi da 18″. Molto stabile anche al posteriore, è difficile metterla in crisi questa Niro. Buona anche la sensazione al volante che risulta ben calibrato ma un pochino scivoloso da impugnare. Promossa la frenata ma la prima parte del pedale tende ad essere spugnosa e bisogna farci l’abitudine.
Abbiamo provato tutti gli assistenti alla guida come il mantenimento della corsia, il cruise control con radar ed il sensore per il rilevamento degli ostacoli tutti facili da usare.
kia_niro_hybrid_presentazione_2016_paternostro
Gli interni sono davvero ben fatti e razionali con materiali di qualità!
Al posto del contagiri abbiamo l’indicatore di carica della batteria e tipo di guida adottato. Molto completo il computer di bordo con display centrale da 5 pollici.
Mi è piaciuta molto la possibilità di utilizzare l’aria condizionata solo per il guidatore e la grandissima facilità di utilizzo del navigatore compatibile anche con Apple Car Play e Android Auto che si collegano all’istante anche in bluetooth. Anche questa volta l’impianto audio della Kia si comparto molto bene, suono cristallino, riproduzione centrale della scena e nessuna vibrazione anche a volume elevato. Non un impuntamento ne una difficoltà è tutto ben studiato. Ottima la presenza della radio digitale DAB e della ricarica wireless per i cellulari compatibili. Tantissimo lo spazio a bordo anche per chi siede dietro e spazio per la testa in abbondanza.
Per quanto riguarda i consumi tenendo una guida Eco abbiamo registrato un consumo di 4 litri per 100 km mentre spingendo di più e passando alla modalità Sport il consumo è salito a 5,6 per 100 km.
kia_niro_prime_foto_presentazione_2016_21

Kia Niro MOTORE IBRIDO – Il progetto ha tenuto in primo piano l’efficienza, per ottenere consumi ai vertici della categoria e i tecnici sono riusciti a raggiungere il valore di emissioni di CO2 di a partire da 88 g/km nel ciclo combinato, valore internamente già verificato nei test di laboratorio. La versione di produzione con cerchi da 16 pollici vanta un consumo medio di 3,8 litri/100 km (ciclo NEDC), mentre per quella con equipaggiamento che comprende i cerchi da 18 pollici il valore omologato è di 4,4 litri/100 km.Concepita espressamente nell’ottica del più basso impatto ambientale possibile, Kia Niro utilizza un nuovo sistema ibrido che si basa su un propulsore di cilindrata ridotta, il 1.6 GDi della famiglia Kappa, che eroga 105 CV e la coppia massima di 147 Nm; il motore elettrico da 32 kW è alimentato da un pacco batterie a ioni di polimeri di litio della capacità di 1,56 kWh. La potenza complessiva disponibile raggiunge i 141 CV e viene trasmessa alle ruote attraverso un cambio a 6 rapporti a doppia frizione (6DCT). L’azione combinata dei due motori fornisce una coppia complessiva di ben 265 Nm disponibile allo spunto. Il motore termico funziona secondo il ciclo Atkinson, dispone di iniezione diretta, EGR raffreddato, e un rapporto “lungo” corsa/alesaggio per ottenere il massimo rendimento; l’efficienza è ulteriormente migliorata grazie al sistema di recupero di calore per il riscaldamento del collettore di scarico al momento dell’avviamento attraverso la apposita circolazione dell’acqua.

Kia Niro MECCANICA – Il cambio Kia DCT a doppia frizione a 6 marce è stato interamente sviluppato da Kia e, per la Niro, è stato adattato all’utilizzo con il sistema ibrido garantendo una migliore sensazione di guida e una risposta più immediata rispetto ai diffusi sistemi a variazione continua CVT. Il meccanismo è stato parzialmente ridisegnato è ha un rapporto in meno per ridurre il peso e le dimensioni, nuovi cuscinetti a basso attrito e il lubrificante a bassa viscosità riducono le perdite meccaniche mentre la rumorosità è molto contenuta.
Totalmente nuovo è il sistema di trasmissione TMED (Transmission-Mounted Electric Device) creato appositamente per la Niro, grazie al quale la potenza dei due sistemi di propulsione viene trasmessa alle ruote in parallelo con le minime perdite di energia. Con questo schema l’efficienza è superiore rispetto al sistema “power split”, nel quale parte della potenza del motore viene trasmessa per via elettrica (prodotta e trasferita al motore elettrico), normalmente utilizzato nei sistemi CVT; inoltre risulta più immediato l’utilizzo della potenza elettrica alle alte velocità.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_36

Il pacco batterie a ioni di polimeri di litio da 1,56 kWh è quello più compatto e leggero utilizzato fino ad ora da Kia; ha una densità di energia superiore del 50% e una efficienza energetica superiore del 13% rispetto ai migliori concorrenti. Il peso è contenuto in soli 33 kg e integra un sistema di recupero dell’energia nelle fasi di rilascio e decelerazione particolarmente efficiente.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_27

Kia Niro ESTERNI – Modello del tutto originale, Niro esprime una personalità unica. Il design, sviluppato dai centri stile Kia in California e in Corea, sintetizza la praticità e la personalità estetica di una crossover senza rinunciare a linee slanciate e scolpite. Il frontale a naso di tigre, la linea di cintura alta e i profili scopliti rendono Niro immediatamente riconoscibile come una Kia. Le proporzioni equilibrate danno immediatamente la sensazione di grande stabilità e aderenza al suolo; gli sbalzi contenuti, i gruppi ottici in posizione elevata e l’alta linea di cintura differenziano nettamente questo modello dal resto delle ibride presenti sul mercato. L’attenzione all’efficienza aerodinamica è dimostrata dal valore di Cx particolarmente basso, 0,29, mentre il passo lungo (2.700 mm) e gli sbalzi contenuti (anteriore e posteriore di 870 and 785 mm, rispettivamente) consentono di avere uno spazio a disposizione dell’abitacolo molto ampio rispetto alle dimensioni esterne.
Kia Niro è lunga 4.355 mm, larga 1.800 mm e alta 1.535 mm, valori intermedi fra quelli di cee’d e quelli di Sportage.
Kia Niro INTERNI – Tutto l’abitacolo è stato disegnato per accentuare la sensazione di modernità e di spazio, con una plancia ampia definita da linee orizzontali.In linea con le più recenti Kia, gli interni di Niro si caratterizzano per il largo uso di materiali soffici al tatto. Le linee che percorrono orizzontalmente l’intera larghezza della plancia separano diverse sezioni con il cruscotto e il display del nuovo sistema di infotainment Kia HMI (Human-Machine Interface). I rivestimenti interni sono in tonalità nero monocolore in tessuto misto pelle. L’impostazione generale di Kia Niro garantisce massima spaziosità dell’abitacolo e degli spazi necessari per la meccanica ibrida, pur con ingombri esterni contenuti. Il passo lungo (2700 mm) favorisce lo spazio interno, con 1.059 mm e 950 mm di spazio rispettivamente per le gambe dei passeggeri anteriori e posteriori. La larghezza di 1800 mm assicura una larghezza alle spalle di 1423 mm davanti e 1402 mm dietro. Lo spazio per la testa è ai vertici della categoria per tutti i passeggeri, con fino a 1.018 mm di altezza nei posti anteriori e 993 mm di altezza per quelli posteriori, misure superiori a quelle di molti SUV concorrenti.kia-niro-abitacolokia-niro-abitacolo-2In linea con l’impostazione crossover la posizione di seduta è rialzata e più comoda, mentre l’ampiezza delle aperture (più alte da terra rispetto alle concorrenti) facilita l’ingresso e l’uscita. I progettisti, oltre a sfruttare al meglio gli spazi hanno anche progettato nuovi sedili anteriori più leggeri di 1,3 kg rispetto al normale, caratterizzati da un’imbottitura più comfortevole con un sostegno migliore di tutto il corpo e dalla maggiore capacità di assorbire le vibrazioni.
Il pianale tiene conto della necessità di ospitare un bagagliaio generoso, senza penalizzazioni dovute ai sistemi della propulsione ibrida. Il volume disponibile è di 427 litri (VDA. con equipaggiamento di ruotino di scorta) e c’è la possibilità di ospitare anche una ruota di dimensioni normali. Con i sedili posteriori abbattuti il volume complessivo disponibile raggiunge i 1425 litri. Il risultato è reso possibile dalla razionale collocazione delle batterie che sono ospitate sotto i sedili posteriori, accanto al serbatoio carburante della capacità di 45 litri.kia-niro-bagagliaio
Kia Niro ASSETTO –  Le sospensioni anteriori seguono lo schema MacPherson con una geometria che assicura uno sterzo pronto e stabile anche alle alte velocità. Anche al retrotreno lo schema è a ruote indipendenti con doppi bracci inferiori (Multi-link). I vantaggi sono il miglior comfort in tutte le condizioni di marcia e di carico e una grande agilità unita alla stabilità, a un livello superiore rispetto allo schema ad assale torcente molto diffuso nelle vetture paragonabili di questa categoria. Una particolare attenzione è stata dedicata alla sensibilità dei freni; facendo tesoro dell’esperienza acquisita con le due precedenti versioni di Optima Hybrid e con la Soul Eco-Electric. La funzione di frenata elettrica rigenerativa è perfettamente accordata con quella del normale sistema meccanico e questo rende la decelerazione più progressiva e omogenea rispetto ad altri modelli a propulsione ibrida. I tradizionali sistemi Kia, come il VSC (Vehicle Stability Management) e l’ESC (Electronic Stability Control) migliorano la stabilità, la trazione e la sicurezza di marcia in tutte le condizioni.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_20
Kia Niro RIDUZIONE RUMORE – Per migliorare le doti di confort e silenziosità su Kia Niro sono stati applicati una serie di accorgimenti per la riduzione di rumori e vibrazioni NVH (Noise, Vibration and Harshness), considerando le diverse modalità di marcia. Trattandosi di una vettura con sistema propulsore ibrido parallelo ci si è preoccupati di controllare al meglio la rumorosità quando il motore termico è acceso. A questo scopo sono stati adottati supporti motori asimmetrici che controllano i movimenti del propulsore rispetto alla struttura anteriore, è stato applicato uno strato insonorizzante sotto il cofano e uno scudo fonoassorbente per controllare la sonorità del motore nei regimi più utilizzati.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_06Nelle condizioni di marcia in modalità solo elettrica invece sono altre le maggiori fonti di rumori e vibrazioni. Per ridurre la rumorosità di rotolamento sono stati adottati supporti isolanti al sottotelaio, inoltre ulteriori elementi insonorizzanti sono stati applicati in corrispondenza della base dei montanti e l’intera struttura posteriore è irrigidita con l’utilizzo di acciai speciali per limitare la trasmissione di vibrazioni all’abitacolo. Alle alte velocità e Kia Niro utilizza cristalli isolanti e una protezione del tergicristallo per limitare gli effetti della turbolenza sul parabrezza. Tutti i fruscii sono stati minimizzati con l’accurata profilatura degli elementi come maniglie, retrovisori e barre al tetto.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_04

Kia Niro CONNETTIVITÀ – Al centro della plancia Kia Niro contiene l’ultima evoluzione del sistema HMI (Human Machine Interface) con lo schermo touchscreen da 7 pollici con il navigatore. Il sistema supporta il collegamento Bluetooth con gli smartphone, la radio digitale DAB e la connettività audio che dispone di impianto a sei altoparlanti. I Kia Connected Services, forniti gratuitamente per la durata di sette anni, rendono disponibili una serie di importanti informazioni fornite attraverso il circuito TomTom, comprese informazioni aggiornate sul traffico, previsioni meteo e indicazioni della presenza di controlli di velocità.Un’altra esclusiva di Kia Niro è la presenza del software Android Auto™, creato per interfacciarsi con gli smartphone Android 5.0 (Lollipop) e successivi. Android Auto™ integra il cellulare e dà accesso a tutte le applicazioni presenti, comprese le attivazioni vocali che rendono possibili i comandi senza distogliere l’attenzione dalla strada. Dalla fine del 2016 Niro disporrà anche del sistema Apple CarPlay™ di interfaccia con iPhone5 e successivi che renderà disponibile il controllo vocale Siri per tutte le funzioni, incluse Apple Maps e la dettatura messaggi, più la fruizione dei contenuti del proprio iPhone.
In risposta alla diffusione degli smartphone e degli altri apparecchi mobili Kia Niro ha previsto la presenza di un apposito vano al centro della console che permette la ricarica wireless di dispositivi portatili che vengono automaticamente identificati e alimentati con un sistema a 5 W, segnalando lo stato di carica ed con un sistema di protezione da eventuali surriscaldamenti.kia-niro-plancia-2L’esclusivo sistema Remote Assistant, che esordisce con Kia Niro, rappresenta la più avanzata e pratica soluzione di connessione fra cliente, vettura e rete di vendita. Sviluppato con l’utilizzo delle tecnologie di ultima generazione di localizzazione e trasmissione dati, il sistema Remote Assistant è in grado di permettere il check a distanza del veicolo attraverso la riproduzione sul display del proprio device mobile, del cruscotto del veicolo e della sua posizione. Questo consente di conoscere in remoto, in ogni momento, lo stato del veicolo proteggendolo (se parcheggiato) o le condizioni di marcia quando viene utilizzato (percorso, andatura e le altre informazioni riprese nella strumentazione). Remote Assitant fornisce inoltre l’assistenza di una centrale operativa con l’intervento diretto di un operatore che aiuta a godere appieno di tutta la tecnologia di Niro risolvendo qualsiasi dubbio. L’operatore assiste il cliente nella gestione della manutenzione del veicolo interfacciandosi direttamente con la rete di assistenza. Provvede inoltre alla trasmissione automatica di messaggi di emergenza in caso di incidente, con la registrazione dei dati salienti, oltre alla memorizzazione di tutti i dati di viaggio e di consumo, consultabili dallo smartphone o dal tablet. I servizi Remote Assistant sono offerti sulla nuova Niro per la durata di due anni di servizio attivo.
Kia Niro SICUREZZA  Nella tradizione Kia, Niro è stata progettata con i più alti standard di sicurezza per quel che riguarda la protezione in caso d’urto e la protezione dei pedoni. L’obiettivo di rispondere ai più rigorosi test di sicurezza di tutto il mondo è stato raggiunto attraverso l’adozione di soluzioni avanzate per la sicurezza attiva e passiva, dalla scocca particolarmente robusta all’equipaggiamento dei più sofisticati sistemi di prevenzione degli incidenti. La struttura è composta da elementi realizzati in gran parte con acciai ad alta ed altissima resistenza AHSS (Advanced High Strength Steel), materiale che consentirà a Kia di raggiungere l’obiettivo di ridurre il peso medio delle vetture del 5% entro il 2020 in rapporto ai valori del 2014 con un ulteriore miglioramento della sicurezza. Il 53% della scocca è realizzata in AHSS mentre l’alluminio è utilizzato per il cofano, elementi strutturali posteriori, traversa dello scudo anteriore componenti delle sospensioni e pinze freni. Pannelli stampati a caldo sono utilizzati per rinforzare l’abitacolo nei montanti, nella struttura del tetto e dei passaruota; in questo modo si ottiene sia una rigidità superiore sia una maggiore capacità di assorbimento degli urti.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_03Niro è equipaggiata di serie con sette airbag (anteriori, per le ginocchia del guidatore, laterali e a tendina); il sistema di ancoraggio ISOFIX per i seggiolini è presente nei sedili posteriori assieme all’aggancio per la cintura supplementare. Il VSM (Vehicle Stability Management) è di serie e garantisce la stabilità in frenata e in curva intervenendo sia sull’ESC (Electronic Stability Control) sia sul servosterzo elettrico in caso di perdita di aderenza per mantenere il perfetto controllo della vettura anche nelle situazioni critiche. In caso di perdita di trazione il VSM facilita il mantenimento del controllo della vettura.kia-niro-interni

I più raffinati sistemi di assistenza alla guida fanno parte del pacchetto ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) e rientrano nel progetto DRIVE WISE che Kia sta sviluppando in prospettiva della guida autonoma e che già ora assicurano una ulteriore garanzia di sicurezza in marcia. Nella nuova Kia Niro la disponibilità di dispositivi di sicurezza attiva comprende: AEB (Autonomous Emergency Braking), che frena automaticamente in caso di potenziale collisione con un veicolo o un pedone; SCC (Advanced Smart Cruise Control), che controlla la velocità di crociera e la distanza di sicurezza; LDWS (Lane Departure Warning System) che segnala la deviazione dalla corsia di marcia; LKAS (Lane Keeping Assist System), per il mantenimento della marcia in corsia e la segnalazione di passaggio delle linee senza attivare gli indicatori di direzione.kia_niro_hybrid_presentazione_2016_02

Tutto su Kia

Tutto su PRIMO CONTATTO

Tutto su Crossover

Tutto su ECOCAR

Tutto su Hybrid

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV