GUIDE CONSIGLINotizie auto

Lockdown a gennaio, febbraio e marzo, spostamenti vietati, quando posso circolare?

Dal 16 gennaio al 5 marzo 2021 in base al colore della propria regione scatta il lockdown parziale o totale su tutta l’Italia. Spostamenti vietati fra Regioni almeno fino al 15 febbraio 2021.

Dal 16 gennaio fino al 5 marzo 2021 il Governo ha deciso una nuova stretta ed ha confermato la linea dura sugli spostamenti consentiti in Italia, in contrasto alla pandemia da Covid-19. In pratica è stato confermato il divieto di spostamento tra Regioni anche se sono in fascia gialla o Province autonome diverse, il coprifuoco fino alle 22.00 e la regola sugli spostamenti decisi in base al colore della regioni di appartenenza, che può essere gialla, arancione o rossa.

Inoltre è stata istituita una cosiddetta zona “bianca” che scatta quando si presenta un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. Lo stato d’emergenza è stato prolungato fino al 30 aprile 2021.

Gli spostamenti consentivi tra regioni sono solo quelli per comprovate esigenze legate a motivi di lavoro, salute o necessità, vanno giustificati nel modulo di autocertificazione.

Spostamenti consentivi a gennaio, febbraio e marzo

Le misure introdotte nell’ultimo decreto legge del Governo valgono dal 16 gennaio 2021 e fino al 5 marzo 2021. Il divieto di spostarsi fra Regioni invece vale fino al 15 febbraio 2021, ma con la possibilità di essere esteso oltre almeno fino al 5 marzo quando scade la validità dell’ultimo decreto.

Nelle regioni gialle la mobilità è consentita su tutto l’arco regionale, dalle 5.00 alle 22.00, in quelle arancioni solo all’interno del territorio del proprio comune di residenza domicilio o abitazione. In quelle rosse sono vietati tutti gli spostamenti, tranne quelli per comprovati necessità di lavoro e salute.

Spostamenti tra Comuni e Regioni lockdown gennaio marzo aprile
Spostamenti vietati fra Regioni almeno fino al 15 febbraio 2021

È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

Visite a casa, quante persone spostare dal 16 gennaio?

Il Governo ed il Ministro della Salute sconsiglia le visite a casa ma consente una sola volta al giorno di spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione.

La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti.

Weekend 9 e 10 gennaio 2021 in zona arancione spostamenti consentiti
Nel weekend dell’8 e 9 gennaio 2021 ci si può spostare solo all’interno del proprio comune

Perciò chi abita in un piccolo comune in zona arancione o rossa con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, può spostarsi verso un’altra abitazione privata per una distanza non superiore a 30 chilometri. In ogni caso sono vietati gli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

👉 Scarica il modulo di autocertificazione

Spostamenti consentiti nelle regioni rosse, arancioni e gialle

La divisone regionale per fasce rossa, arancione, gialla e bianca scatta da domenica 17 gennaio 2021 e viene fatta in base al monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di Sanità. Il criterio di selezione viene fatto, in base alla soglia Rt. Sopra il valore di 1,25 scatta la zona rossa e di conseguenza il lockdown.

  • fascia rossa: ci sono Lombardia e Sicilia e provincia autonoma di Bolzano;
  • fascia arancione: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta;
  • fascia gialla: Basilicata, Campania, Molise, provincia di Trento, Sardegna e Toscana.

Coprifuoco a gennaio, febbraio e marzo in vigore dalle 5.00 alle 22.00

Nei territori inseriti nella cosiddetta “zona rossa”, è possibile spostarsi, una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata del proprio comune.

Alla persona o alle due persone che si spostano possono accompagnarsi i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono.

Zona “bianca”, cos’è e come funziona?

L’ultimo decreto del Governo e del Ministero della Salute è stata istituita una cosiddetta zona “bianca”, nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, cioè che presentano un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti.

In area “bianca” decade il coprifuoco e non si applicano le misure restrittive previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli di sicurezza.

Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con DPCM, specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico.

Spostamenti vietati per le seconde case

Per tutto il periodo di durata del decreto, dal 16 al 5 marzo 2021, sono vietati gli spostamenti nelle seconde case che si trovano fuori regione. Se si è residenti in una regione in fascia arancione è vietato andare nella seconda casa fuori comune.

Spostamenti tra Regioni dal 3 giugno, regole Fase 2 Covid-19
Dal 16 al 5 marzo sono vietati gli spostamenti per le seconde case

L’unica deroga riguarda motivi di urgenza, ad esempio la riparazione di un guasto oppure per recuperare oggetti o materiale indispensabile. Lo spostamento non deve trasformarsi in un trasferimento, dunque deve avere la durata necessaria a risolvere il problema.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio!):

👉 Come viaggiare in auto con il Covid-19

👉 Lockdown e coprifuoco. Cos’è, cosa si può fare? Differenza?

👉 Multe, cosa si rischia?

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul coronavirus sotto nei commenti o direttamente sul FORUM!

Commenta

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto