GUIDE CONSIGLINews

Fari a LED per auto: perché sceglierli

La tecnologia sui fari a LED per auto ha compiuto passi da gigante con dispositivi integrati, intelligenti e adattivi. Poi ci sono i “Conversion Kit” aftermarket che offrono “solo” alcuni vantaggi dei LED più evoluti. Differenze tra LED e Test LED

Nel settore Automotive i fari a led per auto stanno rivoluzionando le prestazioni e l’aspetto dei fari delle auto, rendendo possibile la suddivisione della fonte luminosa in un numero elevato di singole sorgenti: ciò permette ai sistemi più avanzati di gestire la potenza dell’illuminazione dei fari in base alle condizioni ambientali in cui si trova il veicolo e alla posizione di quelli che giungono in senso opposto.
Inoltre, la suddivisione di quella che una volta era una semplice lampadina in un numero elevato di elementi luminosi, ha consentito ai designer di realizzare nuove forme per gli “occhi” delle vetture.
Ma cerchiamo di capire come funzionano i fari a LED come sono fatti, perché sono vantaggiosi, le differenze e perché sceglierli sull’auto nuova oppure installarli successivamente in aftermarket.

I kit LED aftermarket per le auto sono sostanzialmente di due tipi: quelli per la marcia diurna (DLR) e i Conversion Kit. 

KIT FARI A LED DLR

I kit luci a led “DLR” sono dispositivi aggiuntivi, del tutto simili a quelli già presenti sulle vetture di ultima generazione; vengono accesi quando tutte le altre luci sono spente, quindi nella marcia diurna al posto degli anabbaglianti.

KIT LUCI A LED CONVERSION KIT

kit led convertions PhonocarLe luci a led “convertion kit” sostituiscono le lampade abbaglianti e/o anabbaglianti originali. In molti casi le lampade a LED aftermarket, in convertion kit possono essere montate sostituendo semplicemente le lampade alogene originali. Su alcune auto, però, la diagnostica potrebbe non riconoscerle e dare un avviso di lampadina fulminata. In tal caso va installata una centralina di interfaccia con il sistema CAN-BUS di bordo e/o una resistenza supplementare. Ogni lampada ha una sua centralina, che si può alloggiare nella parte posteriore del fanale oppure fissare esternamente.
Per il montaggio di luci diurne a LED su vetture che non ne sono dotate di serie è obbligatorio rivolgersi ad un installatore professionale, in quanto è necessaria l’omologazione dell’intervento (vedi il paragrafo “normativa”).

Fari a LED differenze: luci diurne e fari a LED proiettori

L’applicazione dei LED nei fanali delle auto permette notevoli risparmi di energia elettrica a parità di luce emessa (circa un quinto delle alogene), con benefici effetti sui consumi di carburante.
Inizialmente utilizzati per le luci diurne, i LED per fari auto in media hanno una temperatura di colore di 5.500 K, molto vicina a quella dell’illuminazione solare a mezzogiorno: questa caratteristica consente al guidatore una visione più nitida dell’ambiente circostante con un minore affaticamento degli occhi. La durata è elevatissima, pari all’intera vita della vettura.
A differenza delle lampade tradizionali, i LED non si scaldano, mentre lo fa l’elettronica di comando: i proiettori, quindi, sono dotati di sistemi di dissipazione (ventole o alettature metalliche) e il calore smaltito viene indirizzato alla lente frontale del faro per impedirne l’appannamento.

FARI A LED PERCHE’ MONTARLI

Relativamente all’installazione dei fari a led per auto possiamo quindi affermare che migliorano notevolmente la visibilità notturna. Infatti, a differenza dei kit Xeno aftermarket, che richiedono appositi proiettori per indirizzare correttamente il fascio luminoso, abbiamo dimostrato che i fari LED non danneggiano assolutamente i conducenti provenienti in senso opposto, anche impiegandoli sui fari “classici”, purché correttamente regolati.

Il fascio di luce emesso è perfettamente “tagliato” in modo anche migliore rispetto alle lampade alogene tradizionali (grafico 5 del nostro test), risultando del tutto “spalmato” al suolo.

Insistiamo ancora una volta sul concetto fondamentale che i proiettori siano orientati correttamente; questa operazione, pur non mettendo al riparo da contestazioni delle Forze dell’Ordine, rende l’intervento più tollerabile da parte delle stesse, denotando un rispetto per gli altri automobilisti che sta diventando sempre più raro.

I LED montati di serie sulle auto nuove

Le Case automobilistiche hanno sviluppato interessanti soluzioni nel campo della fanaleria a LED “intelligente”; vediamo le più innovative che sono disponibili sulle auto nuove come primo equipaggiamento ed ovviamente del tutto omologati.

Fari a LED Audi

Audi per le nuove A8 e TT RS offre come optional luci posteriori con tecnologia OLED (Organic Light Emitting Diode). A differenza dei LED, sorgenti luminose a punto singolo, gli OLED sono sorgenti superficiali e non richiedono riflettori o guide di luce. L’illuminazione di questi strati, che sono 200 volte più sottili di un capello umano, viene attivata applicando una tensione molto bassa.
Fari a led Oled Audi

Fari a LED MERCEDES MULTIBEAM

Mercedes utilizza un faro anteriore con tecnologia Multibeam LED è dotato di 84 LED disposti in una matrice a controllo singolo. Una videocamera installata sul parabrezza raccoglie le informazioni sui veicoli circostanti e 4 unità di controllo ne elaborano le immagini per calcolare la configurazione ideale dei fari 100 volte al secondo.
Il sistema riesce a far usare gli abbaglianti anche quando ci sono altri veicoli nel senso opposto di marcia.
In caso di pioggia, i LED vengono regolati uno ad uno, riducendo i riflessi nella carreggiata opposta, prevenendo l’abbagliamento degli altri mezzi.

L’illuminazione è molto più ampia in città, dove i fari a LED MERCEDES fanno risaltare il fondo stradale ed eventuali irregolarità o buche. I dati del navigatore satellitare vengono sfruttati per regolare la distribuzione della luce nelle rotonde, negli incroci e in autostrada. Questo sistema sfrutta un brevetto depositato quasi cinquant’anni fa da Konrad Zuse, l’inventore tedesco del computer, che aveva ideato un “Dispositivo illuminante controllato fotoelettricamente”, comandato da celle fotoelettriche. Gli 84 LED utilizzano tutto lo spazio disponibile nei fanali anteriori, ma le ricerche congiunte di Osram, Infineon, Daimler e altri partner puntano a raggiungere i 1.024 LED. I fari Mercedes Multibeam sono disponibili sui nuovi modelli e sulla Mercedes Classe A 2018
Faro Multibeam Mercedes faro led

Fari a LED OPEL

Opel impiega fari IntelliLux® a LED montati sulla nuova Insignia che si adattano automaticamente e costantemente ampiezza e distribuzione del raggio di luce in funzione delle diverse situazioni del traffico.
Gli abbaglianti raggiungono una distanza di ben 400 metri!
Opel-fascio-luce-fari-led

Fari a LED PORSCHE

Porsche fornisce il PDLS Plus (Porsche Dynamic Light System Plus) che permette una sicurezza elevata abbinata al design sportivo. Due sono le funzioni specifiche: le luci abbaglianti dinamiche, attive a partire da 65 km/h, e il riconoscimento dei veicoli provenienti dalla direzione opposta e di quelli che precedono. In prossimità di un incrocio o una confluenza, la funzione di assistenza attiva l’indicatore di direzione sinistro e destro allargando e accorciando il fascio di luce, per una migliore illuminazione dell’area immediatamente circostante.
Faro a LED Porsche

I Kit led aftermarket

Sulla base di quanto visto finora, nessun kit aftermarket potrà offrire tutti i vantaggi di un “primo impianto” di ultima generazione. Tuttavia, già disporre di luci nettamente più efficienti di quelle di serie, potrebbe essere un valido motivo per procedere all’acquisto di un kit di conversione!
kit led convertions Phonocar

COSA E’ IL LED

Il LED (Light Emitting Diode) è un diodo semiconduttore costituito da una o più giunzioni allo stato solido, che producono luce in vari colori quando sono percorse da corrente continua. Il singolo diodo per funzionare necessita di una corrente di qualche decina di mA e di una tensione di circa 1,5 V.

TEST FARI A LED Vs FARI ALOGENI

Lampada Led H7 Lampa per fari autoUn test di confronto tra lampadina  H7 a LED e alogena è stato realizzato dalla rivista ELABORARE (dove sono riportate i valori di luminosità puntuali) che ha decretato un notevole miglioramento complessivo della visibilità impiegando un “convertions kit” PHONOCAR (LED per fari abbaglianti/anabbaglianti – H7)  in sostituzione delle lampade alogene originali.

KIT CONVERTIONS – Nella foto: luce abbagliante LED su Peugeot 206 2002 (Foto: 2″5 – f11 – ISO 400)
Test-fari-led-auto

LAMPADA ALOGENA – Nella foto: luce abbagliante su Peugeot 206 2002 (Foto: 2″5 – f11 – ISO 400)Fascio Luce abbagliante alogena

La differenza è abbissale!

Test fari LED vs Fari Alogeni

Tags

Manuel Cerfeda

Da sempre appassionato di automobilismo e di scrittura. È ingegnere e lavora nel campo delle energie rinnovabili. Ama leggere libri di tecnica motoristica e automobilistica, in particolare sulla storia della Formula 1 e delle auto da competizione in genere. Molto attratto dalle auto storiche, in particolare le youngtimer: il suo sogno è una Porsche 911 Carrera 4 Targa, serie 964 del 1989. Possibilmente rossa. E' autore umoristico e satirico: scrive sulla rivista “L’odio digitale” e ha pubblicato i libri “Autopsie ipocaloriche e altri metodi per perdere peso” e “L'anagramma di derma (non madre, quell'altro)”.

Articoli Simili

Close