EventiSaloni

Ford Novità Naias 2017

Il processo di trasformazione di Ford per affiancare al ruolo di costruttore d’auto quello di provider di soluzioni di mobilità alternativa ha compiuto un passo importante grazie al lancio del nuovo pick-up F-150, l’annuncio del ritorno del pick-up medio Ford Ranger in Nord America nel 2019 e del SUV medio Ford Bronco a livello globale nel 2020, e la presentazione, della vision “City of Tomorrow”, un programma per lo sviluppo di soluzioni per la gestione della mobilità nelle città  globali. Le novità dell’Ovale Blu presentate al North American International Auto Show 2017, che includono, inoltre, l’espansione ad altre 8 città, di cui una al di fuori degli USA, del servizio di shuttle su base collettiva, già operativa a San Francisco e Austin, Texas, che attraverso l’acquisita Chariot fornisce ai pendolari una soluzione di trasporto di massa veloce, affidabile e conveniente, sottolineano da una parte l’impegno di Ford al consolidamento del proprio core business e dall’altra il sostegno allo sviluppo di soluzioni alternative per la mobilità delle grandi realtà globali. “Quest’anno, Il processo di trasformazione di Ford per affiancare al ruolo di costruttore d’auto quello di provider di soluzioni di mobilità alternativa ha cambiato marcia – ha commentato Mark Fields, President e CEO di Fordstiamo introducendo nuovi veicoli e tecnologie innovative per migliorare le condizioni di vita di milioni di persone nel breve, e stiamo collaborando con le grandi realtà metropolitane per studiare i bisogni della mobilità attuale e futura”. 

Ford novità NAIAS 2017

– Ford, nei prossimi 5 anni, grazie ad un investimento di oltre 4,5 miliardi di dollari, aggiungerà alla propria offerta globale 13 nuovi modelli elettrificati, tra cui la Mustang Hybrid, l’F-150 Hybrid e il Transit Custom Plug-in Hybrid. L’elenco dei primi 7 modelli comprende un SUV compatto 100% elettrico, con un’autonomia di oltre 480 chilometri, 2 nuovi modelli ibridi ad alte prestazioni destinati alle forze di polizia, e il primo veicolo Ford a guida autonoma destinato a operatori di ride-sharing e fornitori di servizi navetta on-demand, conforme allo standard SAE-4, che non prevede la presenza fisica di un pilota
– Ford ha dato il via alla sperimentazione della guida autonoma con una nuova generazione di prototipi basati sulla Fusion, versione americana della Mondeo, muovendo, in questo modo, un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione di un modello di produzione a guida autonoma, il cui lancio è confermato per il 2021
– Ford ha creato City Solutions, un team all’interno di Ford Smart Mobility LLC dedicato allo sviluppo di soluzioni innovative per la mobilità nelle città più importanti del mondo

Ford RANGER  e BRONCO – Ford nel 2019 reintrodurrà sul mercato nord americano il Ford Ranger, lanciando la nuova generazione del pick-up intermedio, e nel 2020 sul mercato globale l’imponente Ford Bronco, il SUV intermedio. Entrambi i veicoli saranno prodotti presso lo stabilimento di Ford a Wayne, Michigan. “I nostri clienti hanno manifestato i loro desideri in modo forte e chiaro: auspicano fortemente una nuova generazione di veicoli sempre più funzionali ma divertenti da guidare – ha commentato Joe Hinrichs, President of The Americas di FordRanger è pensato per incontrare le esigenze dei consumatori che vogliono un pick-up accessibile, funzionale, robusto e maneggevole, costruito con l’approccio ‘Built Ford Tough’. Bronco, invece, il SUV intermedio a trazione integrale sarà dedicato agli amanti delle emozioni, che vorranno vivere l’avventura della guida al di fuori delle strade cittadine”.

Ford vision “City of Tomorrow”  Oltre allo sviluppo dei nuovi veicoli, Ford sta collaborando con le più importanti città del mondo per sviluppare soluzioni innovative ai problemi legati alla congestione del traffico e aiutare le persone affinché possano spostarsi agevolmente, oggi e nel prossimo futuro. Il Team Ford City Solutions, l’unico del genere nel settore, lavorerà a stretto contatto con le realtà amministrative locali, proponendo soluzioni innovative e su misura per ogni comunità. In diverse città globali le discussioni sono già in corso, come, ad esempio, quella con Bloomberg Philanthropies e la sua associazione globale di sindaci. “Questo è un problema che va ben oltre la congestione dovuta al traffico. Rappresenta una sfida enorme per l’umanità ed è in grado di colpire il nostro benessere, l’accesso alle cure mediche, all’acqua potabile e al cibo, la possibilità di vivere in un luogo sicuro e di trovare un lavoro – ha commentato Bill Ford, Executive Chairman di Ford Motor Companyrisolvendo il problema della mobilità, doniamo un mondo migliore alle generazioni future. Si tratta di una straordinaria opportunità e al contempo di una grande responsabilità”.
Ford ha presentato la sua vision sulle realtà urbane del futuro: “City of Tomorrow” esamina come i progressi della mobilità a breve raggio, inclusi i veicoli autonomi e i veicoli elettrici, i veicoli connessi, il ride-sharing e i servizi di shuttle on-demand, siano in grado di interagire con le infrastrutture urbane e creare un ecosistema di trasporto. Ad esempio, Ford sta immaginando un mondo in cui le strade siano riconfigurabili in maniera fluida in funzione delle esigenze dei pendolari e dei flussi di traffico. Bike e droni saranno in grado di fornire soluzioni all’avanguardia per il trasporto di persone e merci nell’ultimo miglio.

Visione Ford prossimo futuro

– Entro i prossimi 5 anni, Ford si aspetta l’introduzione dei veicoli autonomi nelle città di tutto il mondo. Questo processo include l’inserimento dei primi veicoli completamente autonomi di Ford, nel 2021. Allo stesso tempo, l’Ovale Blu prevede una crescita continua della gamma dei veicoli elettrici, che entro i prossimi 15 anni potrà superare l’offerta dei modelli alimentati a carburanti fossili. Anche le modalità di trasporto condiviso continueranno a diffondersi in maniera crescente, come, ad esempio, Chariot che offre un servizio navetta su base collettiva, acquisita da Ford con l’obiettivo di diffondere il servizio di shuttle dinamico a livello globale. Chariot, che attualmente opera a San Francisco e Austin, Texas, è in rapida crescita, e le sue attività raggiungeranno altre 8 città quest’anno, di cui una al di fuori degli USA.
– I veicoli saranno in grado di connettersi con altri veicoli e con i sistemi operativi di gestione della mobilità delle città. Ford, da sola, equipaggerà con modem integrati oltre 20 milioni di auto a livello globale nei prossimi 5 anni
– La diffusione dei veicoli connessi nelle realtà metropolitane di tutto il mondo apporterà mutamenti alle città stesse. Tra le possibili innovazioni su larga scala, la ricarica wireless e sistemi di connettività avanzata
– Questi cambiamenti potrebbero condurre a una nuova generazione di sistemi operativi di gestione della mobilità urbana, in grado di controllare centralmente molteplici aspetti delle infrastrutture di trasporto, inclusi il flusso del traffico e le emissioni dei veicoli
– Guardando oltre, Ford immagina le città del domani con concentrazioni significative di veicoli autonomi, la maggior parte dei quali saranno alimentati elettricamente. Il trasporto di massa migliorerà per le metropoli più grandi grazie all’introduzione di tecnologie innovative, come il trasporto pubblico ad alta velocità.
– I droni avranno un ruolo di rilievo su diversi fronti; ad esempio, potrebbero essere rapidamente implementati per rilevare e mappare le zone più colpite dopo terremoti, tsunami o altre calamità naturali
– I sistemi operativi avanzati di gestione della mobilità urbana potranno integrare perfettamente i dati provenienti da tutti gli elementi dell’ecosistema, inclusi i veicoli, le biciclette, i droni e i mezzi di trasporto di massa, così come anche i lampioni, i parchimetri e le infrastrutture di ricarica
– Le tecnologie avanzate saranno implementate su larga scala per la gestione più fluida del traffico connessa ai veicoli autonomi, eliminando gli ingorghi, riducendo le emissioni e minimizzando gli incidenti stradali, fino ad annullarli
– Lo spazio stradale sarà riconvertito in spazi verdi e parchi, consentendo una migliore qualità della vita per le comunità cittadine

 Ford City of Tomorrow Symposium  Nell’ambito del North American International Auto Show, Ford ospita un simposio sulla City of Tomorrow presso la Joe Louis Arena a Detroit. Insieme ai partner TED, New York Times e Vice Media, l’Ovale Blu ha organizzato sessioni di discussione con esperti della materia, sindaci e leader istituzionali di spicco per trattare le sfide della mobilità, le opportunità e le soluzioni emergenti che influenzeranno la vita nelle città del futuro.

Tags

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Vedi Anche

Close
Close